Prima di Champions con l’Atletico Madrid senza Totti, tifosi tiepidi

L’Olimpico si presenterà mezzo vuoto: trentaquattromila i biglietti venduti finora, per una previsione che dovrebbe far registrare intorno alle 40mila presenze

di Redazione, @forzaroma

Ascolterà per la prima volta la musichetta della Champions in giacca e cravatta, seduto in tribuna autorità accanto a Pallotta. Il ritorno nell’Europa dei grandi da dirigente non lascia indifferente Francesco Totti. La prima stagionale in coppa della Roma contro l’Atletico Madrid non sta attirando troppo i tifosi, per un Olimpico che si presenterà mezzo vuoto. Trentaquattromila i biglietti venduti (dato di ieri sera), per una previsione che dovrebbe far registrare intorno alle 40mila presenze, scrive Francesca Ferrazza su “Repubblica“.

Totti è stato vicino alla squadra e a Di Francesco a Trigoria, nella giornata di ieri. Ha seguito l’allenamento a bordocampo, accanto a Monchi, De Sanctis e Zecca. Intanto Di Francesco cerca di scacciare paure e timori reverenziali, lasciando aperto il ballottaggio per il ruolo di terzino destro: “Peres e Florenzi hanno entrambi possibilità di giocare“, si limita a dire il tecnico giallorosso, che sembrerebbe più proiettato verso il brasiliano.

Chi non dovrebbe sentire le gambe pesanti è Strootman: “Sono stato fuori due anni, forse ho cambiato qualcosa del mio modo di giocare – ammette l’olandese – devo fare più cose per essere pronto per una partita e mi manca che quando sono stanco, sbaglio qualcosa in più. Ma sto bene e spero lo valuterete dopo la partita con l’Atletico se sono ancora il giocatore di prima dell’infortunio. In campo si dimostra il valore, non contano i nomi: dobbiamo raggiungere un livello alto per fare bene“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy