Più papere che veleni. A rimetterci è la Roma

Più papere che veleni. A rimetterci è la Roma

Decisivi gli errori dei due portieri. Inzaghi: “Punto prezioso”. Fonseca: “Che tristezza”

di Redazione, @forzaroma

Inzaghi e Fonseca al fischio finale del derby si sono stretti la mano, sapendo che in fondo un pareggio va bene a tutti. L’allenatore della Lazio, si legge su La Repubblica, ha commentato così: “Ho fatto i complimenti a Fonseca, la Roma è stata più brava di noi. Tieniamoci stretto questo punto”. Il romanista ha replicato: “Sono d’accordo. Sono triste…”. Nel più classico dei luoghi comuni, alla fine la squadra favorita ha giocato peggio. La Roma ha controllato il match con tanto possesso palla (chiuso con il 70%), ma non ha sfruttato le tante occasioni avute.

La Roma ha condotto il match dal fischio d’inizio. Fonseca non si è pianto addosso per le assenze e ha mandato in campo Santon e Spinazzola, lasciando in panchina Florenzi e Kolarov. La giornata no di Immobile ha permesso alla Roma di giocare solo in attacco. La svolta poteva essere il gol di Dzeko, arrivato anche grazie a una brutta uscita di Strakosha. Poi Pau Lopez ha dato un pugno a un pallone innocuo, mettendolo sui piedi di Acerbi per il pareggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy