La Repubblica

Mou contro gli arbitri: “Non ci riconoscono il diritto di vincere”

Getty Images

Il secondo tempo dei giallorossi è un crescendo e con El Shaarawy mandano probabilmente in frantumi il sogno scudetto del Napoli

Redazione

Parte in sordina la Roma al Maradona: il Napoli trasforma un rigore procurato da Ibanez e si porta in vantaggio nei primi minuti di gioco, controllando di fatto il resto della prima frazione, come riporta La Repubblica. Ma il secondo tempo dei giallorossi è un crescendo: la squadra di Mourinho sale in cattedra e con El Shaarawy manda probabilmente in frantumi il sogno scudetto della squadra di Spalletti.

Soddisfatto Josè Mourinho, che a fine partita elogia i suoi per la prestazione, lo spirito di squadra e i miglioramenti fatti registrare negli ultimi mesi. Ma lo Special One ravviva la polemica sugli arbitri: il portoghese ha con forza rivendicato il diritto di poter vincere anche con avversari che si giocano lo scudetto, a suo parere negato dalla gestione del direttore di gara. E poi si sofferma sugli episodi, lamentando una mancata espulsione per Zanoli ed un rigore non assegnato per un contatto Meret-Zaniolo.

Resta fuori bersaglio, secondo Mourinho, la Juve: "Continuo a pensare che siano troppo forti per lasciare il quarto posto", spiega lo Special One a fine gara.