La Roma si ritrova. Friedkin venerdì pronto alla firma

La Roma si ritrova. Friedkin venerdì pronto alla firma

Lecce sconfitto all’Olimpico: segnano Under, Mkhitaryan, Dzeko e Kolarov. In settimana novità sul fronte societario

di Redazione, @forzaroma

Nel giorno in cui mezza Serie A resta a guardare, la Roma ha ritrovato un’anima. Dopo aver rotto il tabù Olimpico, è arrivata la seconda vittoria interna in 4 giorni, un generoso poker a un Lecce satollo dopo il tris di successi, ma tutt’altro che arrendevole per un’ora. Tra giovedì e venerdì a Houston inizieranno i lavori per il passaggio di proprietà a Friedkin, penultimo atto della cessione delle quote di Pallotta: non c’era modo migliore per arrivarci. Quattro gol la squadra di Fonseca non li segnava da dicembre, in casa addirittura da settembre. Il merito è soprattutto di due degli esclusi di giovedì notte col Gent. Under e Mkhitaryan. Un assist, un gol, il 5° del suo campionato: quando gioca, Miki incide con una regolarità disarmante e segna, una volta ogni 144 minuti. Il problema semmai è quel “quando”, visto che l’armeno ha dovuto saltare per infortunio 11 match. Assenze in cui la Roma è riuscita a raccogliere solo 1,6 punti di media. No, i problemi della Roma, scrive Matteo Pinci su “Repubblica”, non sono però ancora risolti, anche se l’emergenza coronavirus al nord le ha permesso di mangiare tre punti all’Atalanta. Come promemoria della crisi recente restano i fischi con rimorchio di insulti urlati dalla curva romanista a Kolarov dopo il gol. O il fastidio muscolare che ha costretto Pellegrini a uscire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy