De Vito ora parla: faccia a faccia con i magistrati

De Vito ora parla: faccia a faccia con i magistrati

L’ex presidente del Consiglio comunale è pronto a rendere dichiarazioni spontanee ai pm

di Redazione, @forzaroma

A 48 giorni dall’arresto, l’ex presidente del Consiglio comunale Marcello De Vito, in carcere per corruzione, è pronto a rendere dichiarazioni spontanee ai pm. L’audizione è fissata per domani. De Vito che finora si è professato innocente, aveva anche indirizzato una lettera aperta ai consiglieri 5S, rivendicando la bontà del proprio operato, la propria innocenza e lamentando l’espulsione dal movimento. Come riporta La Repubblica, nella missiva del 13 aprile, recapitata anche alla sindaca Virginia Raggi, De Vito aveva anche ribadito la propria volontà di rimanere in carica sostenendo che la circostanza della propria detenzione andava considerata come un legittimo impedimento. Aveva poi riservato una frecciata all’indirizzo di Luigi Di Maio, alludendo all’atteggiamento tenuto dal Movimento in occasione del voto per il sì all’immunità di Matteo Salvini di fronte alla richiesta di autorizzazione a procedere per il caso Diciotti. Il politico sarà ascoltato nel carcere di Regina Coeli dove si trova dal 20 marzo scorso. L’inchiesta che lo coinvolge è uno dei filoni scaturiti dall’indagine sulla realizzazione del nuovo stadio a Tor di Valle. Insieme con l’avvocato Camillo Mezzacapo, anche lui arrestato, De Vito avrebbe operato per agevolare gli interessi del costruttore Luca Parnasi, al vertice della triangolazione per l’edificazione dell’opera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy