Proprio oggi 15 anni fa l’ultima di Liddas

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – F.Bovaio) – Il primo giugno del 1997 si chiudeva definitivamente l’avventura di Nils Liedholm sulla panchina della Roma e si apriva quella di Zdenek Zeman

, consigliato proprio dal Barone al presidente Sensi come il suo miglior successore possibile. La scelta fece discutere, anche perché il boemo era pur sempre stato alla Lazio, ma tendenzialmente piacque alla tifoseria giallorossa, che aveva avuto comunque modo di apprezzare il bel gioco messo in mostra dalle squadre del suo nuovo allenatore. Motivo che fu anche alla base dell’indicazione data da Liedholm al presidente, del quale nel frattempo era diventato il consigliere tecnico personale.[…]

E oggi che sembra che tutto possa riportare Zeman in giallorosso ci è tornato alla mente quel giorno, in cui il Barone salutò la sua gente con una sonante sconfitta per 3-0 all’Olimpico con l’Udinese dopo ben quattro ritorni in panchina. Come potrebbe accadere a Zeman anche lui ebbe bisogno di due periodi per vincere nella Capitale, con il primo che gli servì da ambientamento e semina delle sue idee e il secondo che diventò quello d’oro degli Anni Ottanta anche grazie ad una campagna acquisti che gli regalò una squadra fortissima.

E poi anche lui tornò suscitando l’entusiasmo del popolo giallorosso, che nel 1977 lo aveva salutato a malincuore quando decise di lasciare la Capitale per rispondere alla chiamata del suo vecchio Milan. Ricordiamo ancora, come se fosse oggi, l’esplosione di felicità dei tifosi quando nel 1979 il neo presidente Viola annunciò l’ingaggio del Barone un attimo dopo essersi insediato alla guida della Roma. Era la sua prima mossa ufficiale, quella senza la quale avrebbe quasi sicuramente rinunciato ad acquistare la società giallorossa, visto che prima di prenderla chiese al Barone la disponibilità a tornare.

Da quel momento le strade della Roma e di Liedholm si riunirono, per poi separarsi di nuovo nel 1984, ritrovarsi nel 1987 e fino al 1989 e ancora nel finale della stagione 1996- 97, quando il mister svedese venne chiamato da Sensi al posto dell’esonerato Carlos Bianchi. Ormai Liedholm non aveva più l’età per allenare e dunque venne ufficialmente ingaggiato come Direttore Tecnico, mentre il ruolo di mister spettò ad Ezio Sella. Liedholm è ancora oggi l’allenatore più presente di sempre sulla panchina della Roma con 469 partite tra campionato e coppe. Nelle sue due stagioni in giallorosso Zeman ne ha collezionate 86 con 39 vittorie […]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy