Pizarro, un gol col Manchester. Poi è scomparso

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – F.Bovaio) Che fine ha fatto David Pizarro? Da quando ha lasciato la Roma per trasferirsi al Manchester City se ne sono quasi perse le tracce, tanto che con la sua nuova maglia biancoceleste con l’aquila sul petto ha giocato appena una manciata di partite tra Premier League e coppe.

Rarissime apparizioni nelle quali è riuscito a segnare anche un gol, al Porto nel match dei sedicesimi di Europa League del 22 febbraio scorso che gli inglesi vinsero 4-0. Poi poco altro, come le sole tre gare in campionato, coincise con il calo della squadra, che è stata scavalcata in testa alla classifica dai rivali cittadini dello United, tornati in auge dopo la richiamata alle armi pedatorie dell’ormai ritirato Scholes. Strano destino quello del Pek. Se ne va da Roma per andare a vincere qualcosa con la squadra del suo vecchio allenatore all’Inter e invece finisce col ritrovarsi ai margini anche di questa, che comincia a perdere mentre i rivali di sempre tornano a vincere anche grazie ad un centrocampista ben più avanti negli anni di lui, per di più richiamato dalla pensione! E pensare che in questi giorni abbiamo dovuto anche sentir rinfacciare alla Roma le cessioni illustri di gente come lui, Mexes, Vucinic e Borriello fatte, a dire dei soliti critici, solo per ridurre il monte ingaggi.

Poi scopriamo che in pratica Pizarro non gioca mai neanche nel City, che Borriello lo imita nella Juve (…), mentre Vucinic si è svegliato solo nelle ultime partite dopo un letargo durato tutto l’inverno. E anche qui i fischi degli juventini delusi si sono sprecati, così come i rimbrotti rivolti alla società per l’ingente investimento effettuato in estate per strapparlo alla Roma. Quanto a Mexes, tornato in campo con il Milan dopo l’infortunio che gli capitò più o meno un anno fa, non bisogna mai dimenticare che il suo mancato rinnovo di contratto con la Roma non è imputabile a questa società, ma alla vecchia. E un giorno o l’altro qualcuno ci dovrà pur spiegare perché quel contratto non fu rinnovato, costringendo la Roma a perdere a parametro zero un giocatore che avrebbe fatto comodo a Luis Enrique. (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy