Oggi allenamento, poi relax fino al 16

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – G.Dell’Artri) Sono arrivati a Roma in serata, hanno dormito a Trigoria e stamattina saranno di nuovo in campo. Poi relax per tutti fino al 16 pomeriggio. È questo il programma che Zdenek Zeman ha stilato per i giocatori. Dopo quasi due settimane di lavoro ininterrotto in Austria, la squadra usufruisce quindi di tre giorni di riposo in vista poi della marcia di avvicinamento alla prima partita di campionato, il 26 all’Olimpico contro il Catania. Prima, domenica prossima, ci sarà la partita di presentazione contro l’Aris Salonicco: Zeman ci tiene a fare bella figura ma ci tiene soprattutto a verificare i progressi della squadra.

 

A Trigoria oggi non ci saranno i nazionali (De Rossi, Destro, Lobont, Pjanic, Florenzi e Stekelenburg, da verificare Balzaretti) e non ci sarà neanche Dani Osvaldo che ieri ha lasciato il ritiro di Irdning per volare in Argentina. Permesso concordato dalla società – ne ha parlato con Fenucci – per motivi personali, dovrebbe tornare a Roma entro la fine della settimana. A Trigoria Zeman ritroverà Francesco Totti, che si è allenato anche ieri e che dal 16 è pronto a tornare a lavorare col gruppo. Con lui Bradley e Bojan, che hanno risolto i rispettivi problemi. Dodò, invece, continuerà il differenziato visto che come ha detto Zeman in conferenza «ha ancora molto lavoro da fare».

 

Il brasiliano si allena in palestra e sul campo, ma mai coi compagni e questo continua a preoccupare ancora la società, pronta comunque a stare accanto al ragazzo fino a che non tornerà finalmente in campo. Dodò, tra palestra e fisioterapia, salta le sedute atletiche e quelle tattiche, che aumentano di giorno in giorno e che vedono Zeman e il suo staff entrare sempre più nello specifico. Ieri in mattinata i giallorossi sono scesi in campo alle 9,30 e hanno aperto l’allenamento con il consueto riscaldamento fisico. A seguire si sono tenuti una serie di test sulla velocità, che hanno impegnato il gruppo per 20 minuti circa. La sessione è proseguita con una fase dedicata alle esercitazioni tecniche offensive, con un focus sui calci piazzati. A chiudere, altri test sulla velocità con la misurazione dei tempi sugli ultimi 15 metri di corsa.

 

Nel pomeriggio invece ci sono state partitelle a tema, da quella con le mani – che ha divertito molto i giocatori – a quella a campo ridotto. L’allenamento è durato poco più di un’ora, al termine la squadra è tornata in albergo per preparare le ultime cose e lasciare, intorno alle 19, il ritiro di Irdning.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy