Le scommesse che ci piacciono: Borini si rasa

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista-V.Meta) Comincia con una scommessa persa l’Europeo a cui Fabio Borini pensava tutte le sere da un po’ di tempo a questa parte. Quella fatta con Daniele De Rossi,

promettendo che nel caso fosse rientrato nella lista definitiva dei ventitré per la Polonia, si sarebbe tagliato i capelli a zero.

 

Ha vinto De Rossi e Borini – ben felice di aver perso – ha dovuto sottoporsi al rito del rasoio e la prossima settimana volerà agli Europei con un nuovo look. (…) Fino all’ultimo Borini è rimasto in ballottaggio con l’amico Mattia Destro, che dopo l’allenamento a porte chiuse di domenica sembrava destinato a battere la concorrenza del romanista. Invece l’escluso è stato proprio lui, e il primo a dispiacersene è stato proprio l’amico e compagno di reparto ai tempi dell’Under 21 (che Destro potrebbe ancora raggiungere, visto che si raduna stasera in vista della trasferta di lunedì in Irlanda per l’ultima partita di qualificazione della stagione). Obiettivo centrato per Borini, che l’idea dell’Europeo aveva cominciato ad accarezzarla fin dall’esordio contro gli Stati Uniti e relative parole di stima di Prandelli: «L’unico modo che ho per convincerlo è impegnarmi al massimo in allenamento – aveva detto Fabio all’inizio del ritiro di Coverciano -. Farò tutto quello che posso». La sospirata conferma è riuscita a strappargli un sorriso in una giornata altrimenti molto triste per lui, con il gravissimo terremoto che ha colpito le zone in cui è nato. «È il coronamento di un’ottima annata – ha detto il suo agente De Marchi a Calcionews24 -. Questo era uno degli obiettivi che Fabio si era prefissato, lui è stato bravo a lavorare durante la stagione in modo di mettersi in mostra e far sì che Prandelli decidesse di puntare su di lui. Purtroppo questa notizia è arrivata in un momento molto triste». Oltre alla lista, sono stati ufficializzati anche i numeri di maglia degli azzurri. De Rossi ha lasciato il 5 per tornare al suo 16, mentre Borini avrà la 17. Il 10 è andato a Cassano, il 9 a Balotelli, mentre il 20 che al Mondiale fu di Totti finirà sulle spalle di Sebastian Giovinco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy