In quarantamila contro l’ultima

di finconsadmin

(Il Romanista – A.F.Ferrari) La Roma vola anche al botteghino.Questa sera contro il Chievo Verona ci saranno quasi 45 mila tifosi giallorossi pronti a sostenere la squadra giallorossa.

 

Tifosi che hanno risposto presente all’appello lanciato da Rudi Garcia: «Abbiamo bisogno dello stadio Olimpico giovedì (oggi, ndr) per vincere spero ci siano tanti tifosi dietro di noi», le parole del tecnico francese in conferenza stampa. Un appello di cui forse non ci sarebbe stato bisogno dati i grandi risultati raccolti fin qui dalla Roma capolista, reduce da 9 vittorie su 9 partite giocate. Risultati che hanno riportato l’entusiasmo tra i sostenitori giallorossi.

 

Fino a ieri pomeriggio erano più di 16 mila i tagliandi venduti. Vendita che sta procedendo a buon ritmo e rimarrà aperta fino a pochi istanti prima del fischio d’inizio. Si potranno, però, acquistare biglietti solo per le tribune. Sono, infatti, esauriti i settori più popolari: la Curva Sud (esaurita in abbonamento), i Distinti Sud, la Curva Nord e i Distinti Nord Famiglia. Per le tribune (Tevere e Monte Mario), ovviamente, i prezzi sono superiori rispetto agli altri settori ma, comunque, inferirori a quelli attuati per le partite di cartello (Lazio e Napoli). Per una Tevere non si spendono meno di 60 euro e per una Monte Mario 80 (anche 95 per la Top). Prezzi che, però, riguardano i cosidetti biglietti “intero”.

 

Insomma, contro il Chievo, ultimo in classifica, le tribune dello stadio Olimpico saranno discretamente piene. Si “rischia”, infatti, di eguagliare le 45306 presenze raggiunte nel derby contro la Lazio. Difficile, se non mpossibile, invece, che si eguagli, o addirittura superi, il record di presenze stagionale registrato contro il Napoli: 45913. Verrano, invece, ampiamente superate quelle registrate per Roma- Hellas Verona (25mila) e Roma-Bologna (38467). LA DATA Non ci sarà Francesco Totti, come è noto. Il numero 10 è ancora alle prese con la fase di recupero ed è ancora troppo presto per pensare di rivederlo in campo. Ma il 31 ottobre non è una data qualsiasi per la sua storia, e quindi per la storia della Roma.

 

Quindici anni fa, infatti, il 31 ottobre 1998, Totti fu per la prima volta “ufficialmente” il Capitano della Roma. Accadde in Roma-Udinese 4-0, partita dove tra l’altro realizzò due gol, uno dei quali con un meraviglioso sinistro al volo. Non era la prima volta che Totti indossava la fascia, ma era la prima volta in cui lui era ufficialmente il capitano designato. Prima di allora, infatti, il capitano era Aldair e a Totti era già capitato di indossare la fascia solamente in caso di assenza del brasiliano. Fu proprio Aldair, nella settimana precedente quel Roma-Udinese, a dare l’investitura ufficiale al suo giovane compagno di squadra e a cedere la fascia. Da quel giorno, fino ad oggi e fino a quando non smetterà, il Capitano della Roma è Francesco Totti.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy