Ferrara, ancora pensi a Zeman?

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – F.Bovaio) Grazie alle parole che il giovane Agnelli ha pronunciato dopo i fatti di Catania abbiamo saputo che la sua Juventus si sente assediata.

 

Il mondo è davvero bello perché è vario (o avariato, diceva qualche buontempone) perché pensiamo che tutto il resto d’Italia non bianconero fatichi molto a capire come e perché la “vecchia signora” la pensi in questo modo, visto che dopo tutti i benefici dei quali ha goduto finora in questa stagione ad essere “assediati” dovrebbero sentirsi i suoi avversari, non lei. E se ieri Stramaccioni ha detto «per ora in campionato non ho ravvisato una tendenza pro-Juve, a Catania la cosa è saltata all’occhio perché ci sono state due decisioni in un senso solo» crediamo che lo abbia fatto perché anche lui ha molto da nascondere. Dopo la Juve, infatti, è proprio l’Inter la squadra che ha beneficiato di più degli errori arbitrali e dato che sabato sera ci sarà lo scontro diretto a Torino nessuna delle due parti, al momento, ha voglia di alzare i toni.

 

Vittime sacrificali delle due contendenti stasera sembrerebbero essere il Bologna e la Sampdoria. Due squadre in crisi di risultati. I bolognesi, anche privi dello squalificato Diamanti, arrivano a Torino da 3 sconfitte consecutive, mentre la Samp ne ha rimediate 4 di seguito nelle ultime gare, che unite ai 2 pareggi precedenti fanno 6 partite senza vittoria. Un bilancio ottobrino pesantissimo per Ferrara, la cui panchina sembra ora scricchiolare moltissimo, al punto che a Genova ricordano come sul libro-paga di Garrone figurino ancora due allenatori come Atzori, non troppo benvisto dai tifosi doriani e Iachini, al contrario idolo di questi ultimi. E incontrare l’Inter in stato di grazia di questi tempi (7 vittorie di seguito tra campionato ed Europa League) è quanto di peggio poteva capitare.

 

Il Napoli salirà a Bergamo ancora privo di Cavani, rimasto all’ombra del Vesuvio a titolo precauzionale per il fastidio alla gamba che continua ad avvertire. Le sue condizioni saranno valutate al rientro della squadra. La Lazio riceverà il Torino, che in estate la sconfisse 3-0 in amichevole. Petkovic, che dovrà fare a meno degli squalificati Ledesma ed Hernanes, raccomanda ai suoi di dimenticare Firenze e di pensare solo ad imporre il proprio gioco, anche se poi confessa: «Forse potrebbe servire qualche forza offensiva in più». Che Klose cominci ad avvertire troppo il peso e lo stress del ruolo di unica punta?

 

Completano il quadro Cagliari-Siena (3 vittorie di seguito per la coppia Pulga-Lopez), Chievo-Pescara (la panchina di Stroppa è a rischio e il suo destino si deciderà tra la partita di stasera e quella di domenica) e Udinese-Catania. Nella serata di ieri s’è giocata Palermo-Milan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy