Destro si ferma, Genoa in dubbio

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – D.Giannini) Abbondanza doveva essere, abbondanza quasi certamente non sarà. Per lo meno in attacco. Settore nel quale per la partita di domani a Marassi Zdenek Zeman potrebbe avere qualche problema, viste le possibili assenze di Destro e Osvaldo.

 

 

Mercoledì, al ritorno dagli impegni con la Nazionale, Mattia e Dani sembravano essere al centro di un ballottaggio per una maglia da titolare contro il Genoa. E invece l’allenamento di ieri pomeriggio ha cambiato le carte in tavola. A destare le maggiori preoccupazioni sono le condizioni di Destro, costretto a lasciare il campo durante la partitella per un affaticamento al polpaccio. Uno stop precauzionale, ma il rischio che non possa far parte di una partita che sentiva molto (sia perché ex rossoblù, sia per riuscire a trovare il tanto atteso primo gol in giallorosso) è consistente. Per lui non ci dovrebbe essere nessuna lesione muscolare, ma affaticamento sì e anche doloroso.

 

In sostanza se stamattina al risveglio Mattia non dovesse avere fastidi, potrà allenarsi (la seduta è prevista per le 10.30) ed essere convocato. Ipotesi però non molto probabile. Sicuramente maggiori sono le possibilità di Osvaldo che, dopo un giovedì in grande spolvero con tre gol in partitella, ieri ha saltato la seduta pomeridiana e ha fatto fisioterapia per un fastidioso mal di schiena.

 

 

Niente di serio, però, e quindi a questo punto il tridente più probabile per Marassi è quello con Lamela a destra, Osvaldo al centro e Totti (che ieri si è allenato regolarmente segnando pure un gran gol a cucchiaio) a sinistra. Da un mal di schiena (quello di Osvaldo) ad un altro: quello di Nicolas Burdisso. Nico, come comunicato dalla Roma sul proprio sito, ha interrotto in anticipo la partitella a causa di una lombalgia. Da stabilire se sarà convocato oppure no. In ogni caso non dovrebbe partire titolare, con Marquinhos nuovamente al suo posto in una difesa che dovrebbe vedere davanti a Stekelenburg una linea formata da Taddei a destra, Marquinhos e Castan nel mezzo e Balzaretti a sinistra. E poi c’è l’enigma centrocampo.

 

Lì sì che c’è abbondanza. E anche curiosità di conoscere la scelta di Zeman sull’utilizzo di De Rossi. Daniele dalla Nazionale, oltre ai due gol segnati, ha riportato anche una botta alla tibia che però non gli impedirà di esserci. Si potrebbe immaginare dunque un trio nel mezzo con Tachtsidis centrale e la Coppia De Rossi-Florenzi ai suoi fianchi. Quest’ultimo, viste le prestazioni sfoderate da inizio stagione sembrerebbe il più titolare di tutti, ma in under 21 ha speso molte energie tornando piuttosto stanco. E allora non è affatto da escludere che al fischio d’inizio ci possa essere in campo Pjanic, che invece con la Bosnia ha giocato poco più di un’ora. Alle 10.30 tutti in campo per l’ultimo allenamento che dovrebbe dare qualche indicazione in più. Così come l’attesa conferenza di Zeman prevista per le 12.15

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy