Compagni, dirigenti, dipendenti: ?Non finisce qui?

di finconsadmin

(Il Romanista – D.Giannini) – ?E? un giorno che difficilmente dimenticher??. 28 marzo 1993-28 marzo 2013. Francesco Totti ? riuscito anche in questo, a piegare lo spazio-tempo. Venti anni si sono trasformati in un momento solo, in un attimo, ma pieno di cose. Una giornata emozionante quella di ieri per il capitano giallorosso, festeggiato da tutta la Roma per l?anniversario del suo esordio nel calcio dei grandi, a Brescia. ?Due decenni che non potevano passare senza essere opportunamente celebrati: la gente fuori (i tifosi comuni), la gente dentro, ovvero i compagni di squadra, i dirigenti, tutte le persone che lavorano a Trigoria. Un cordone, due ali, tutti in fila ad attendere la sua uscita dagli spogliatoi per l?allenamento.

E fuori dai cancelli tanti tifosi e due striscioni con su scritto “20 anni d?amore, capitano di un?era… Totti unica bandiera”, “sempre devoti”. Dentro intanto inizia la festa proprio quando lui varca la soglia ed esce sul campo del Bernardini. E lo fa a modo suo, con la semplicit? che il mondo ha imparato a conoscere in questi 20 anni di carriera. Francesco si guarda intorno e si passa la mano tra i capelli tradendo un segno di timidezza, quasi a nascondere l?imbarazzo.[…]

Ma non ? ancora finita, perch? poi sul campo arriva un altro enorme striscione, sollevato da tutta la gente di Trigoria: ?E non finisce qui… Il meglio deve ancora venire?. Una scritta lunghissima che piano piano si piega fino a diventare un cerchio attorno a Francesco che a quel punto dice: ?Vorrei ringraziare la societ?, la squadra, lo staff e tutti i dipendenti. E? un giorno che difficilmente dimenticher?[…]?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy