Colantuono si nasconde, Atalanta a porte chiuse

di finconsadmin

(Il Romanista) Fuori Carmona, dentro Baselli – magari con spettatori interessati da Parigi. Questa la novità più significativa nell’undici titolare dell’Atalanta, in arrivo sabato all’Olimpico.

 

Ieri Stefano Colantuono ha preso atto che oltre a Brienza e Moralez, contro la Roma dovrà fare a meno anche del cileno, alle prese con una contusione al ginocchio. Le sue condizioni non sono gravi, ma difficilmente sabato sera potrà andare oltre la panchina e il tecnico conta di riaverlo pienamente a disposizione per la successiva sfida casalinga contro il Verona. Al suo posto spazio dunque al gioiellino Daniele Baselli, classe ’92, punto fermo dell’Under 21 e considerato (a ragione) un regista di grandi prospettive.

 

Colantuono fin qui lo ha impiegato un po’ col contagocce, ma è bastato per attirare l’attenzione dei grandi club europei, Paris Saint-Germain in testa, che pare sia pronto a presentare un’offerta all’Atalanta per portare al Parco di Principi il coetaneo di Marco Verratti. Elegante, gran lancio con entrambi i piedi, visione di gioco e un bel tiro dalla distanza, Baselli si divide con Viviani la regia dell’Under 21, ma a tenerlo d’occhio c’è pure il ct Prandelli, che lo ha convocato per la tre giorni di stage “sperimentale” di un mese fa all’Acqua Acetosa. Colantuono dovrebbe preferire la sua qualità al fisico di Migliaccio, anche se per sciogliere le ultime riserve il tecnico aspetterà la rifinitura di domani. Sicuri assenti Brienza e Moralez, che ieri hanno lavorato a parte, qualche dubbio anche per Scaloni, che si è fermato a causa di un indurimento all’adduttore destro.

 

Ieri a Zingonia seduta divisa in due: allenamento in mattinata per i reduci della sconfitta con il Sassuolo, partitella con la Primavera per tutti gli altri. Quello di centrocampo dovrebbe essere l’unico ballottaggio per Colantuono, che davanti a Consigli schiererà la difesa a quattro con Benalouane e Brivio (anche lui osservato speciale di Prandelli) sulle fasce e in mezzo la coppia Stendardo-Yepes. Estigarribia confermato esterno destro a centrocampo, con il solito Jack Bonaventura (eterno promesso della Roma in ogni sessione di mercato da almeno un anno a questa parte e possibile outsider della lista Prandelli per i Mondiali) a sinistra e Baselli favorito su Migliaccio per affiancare Cigarini in regia. Davanti, senza Moralez, conferma in vista per Giuseppe De Luca, classe ’91, un gol e un assist a partita nelle vittorie contro Livorno e Bologna, ma a secco domenica scorsa. Con lui il punto fermo Denis.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy