Stadio, Barros: “Riunione segreta con Raggi a casa del presidente del Municipio”

Il consigliere grillino dell’Eur ricorda l’incontro “domiciliare” top secret

di Redazione, @forzaroma

C’era anche Virginia Raggi in quella riunione a casa del presidente del IX Municipio, Dario D’Innocenti. Il giorno dopo dovevamo votare sì allo stadio della Roma”. Adesso, su quelle procedure, il gip Costantino De Robbio vuole chiarezza: nel rigettare la richiesta di archiviazione da parte della procura per la sindaca (l’accusa è abuso d’ufficio) chiede al pm di ascoltare due consiglieri grillini dell’Eur, Paolo Barros e Paolo Mancuso.

È il primo a rammentare ancora quell’incontro “domiciliare” top secret, non l’unica riunione in cui il Campidoglio sbarcò in pressing all’Eur. Il secondo invece è a capo della commissione Urbanistica e il gip nell’ordinanza chiede di verificare perché la delibera pro-stadio non passò per questo organo politico. “Fu un voto di fiducia, oggi letto lo studio del Politecnico di Torino non lo rifarei…”, confessa Barros, assente invece nelle riunioni di maggioranza di quei giorni dove ai grillini dell’Eur venne spiegata l’importanza di quel contestato ok. Ricordi di due anni fa che i due consiglieri dovranno riportare alla mente davanti ai magistrati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy