Spinazzola, gol e ingenuità. Roma, quanta amarezza

Ibanez ko, mercoledì Smalling torna dall’inizio contro la Spal

di Redazione, @forzaroma

La gara di ieri sera l’avrebbe potuta giocare con la maglia dell’Inter, Leonardo Spinazzola, protagonista nel bene e nel male del pareggio 2-2 tra Roma e Inter, scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera.

A gennaio il suo trasferimento in nerazzurro era praticamente cosa fatta – a Roma sarebbe arrivato Matteo Politano (cresciuto nel vivaio giallorosso) che aveva fatto le visite e aveva già posato per le foto di rito – poi un supplemento di accertamenti medici richiesti dall’Inter fece saltare tutto, con la società giallorossa che aveva anche minacciato azioni legali contro i nerazzurri.

Il passaggio alla difesa a tre lo ha liberato da compiti difensivi, la scalata di Kolarov tra i tre centrali lo ha fatto diventare il titolare inamovibile sulla fascia sinistra. Ieri sera prima ha avuto l’occasione per farsi rimpiangere, mettendo a segno il gol che ha rimesso in gioco la Roma dopo il vantaggio di De Vrij, poi ha commesso la gravissima ingenuità che regalato il calcio di rigore del pareggio ai nerazzurri, dopo il vantaggio di Mkhitaryan.

Tra i migliori in campo Roger Ibanez, sempre più a suo agio in mezzo alla difesa. Il brasiliano però è stato costretto a lasciare il campo ad un quarto d’ora dalla fine per un risentimento all’adduttore. Stesso problema avuto contro il Napoli da Smalling, che è rientrato proprio al posto dell’ex atalantino e che giocherà anche mercoledì sera a Ferrara contro la Spal.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy