Rosella Sensi a Pallotta: “Totti trattato male”

L’ex presidente sull’addio al calcio del capitano: “Sono allibita di come è stato gestita la situazione”. Per la panchina torna di moda il nome di Montella

di Redazione, @forzaroma

Milan contro Roma è anche Vincenzo Montella contro Luciano Spalletti. Domenica sera in palio c’è l’Europa: quella di «serie B» per i rossoneri, in corsa per un posto in Europa League, quella di serie A (la Champions diretta) per la Roma, per cui il secondo posto vale oro e per Spalletti «può aprire le porte del Paradiso».

Come scrive Gianluca Piacentini de Il Corriere della Sera potrebbe anche non valere la conferma del tecnico toscano sulla panchina romanista, dove lo vorrebbe Monchi ma dove forse non vuole più stare lui. Una panchina sulla quale starebbe volentieri l’Aeroplanino, che in realtà proprio da lì ha cominciato la sua carriera da tecnico. In tanti lo vedrebbero bene al posto di Spalletti, che di lui ha sempre parlato benissimo: «È Montella quello bravo, non io» disse prima della gara di andata.

Del tecnico e di Francesco Totti ha parlato a lungo ieri anche l’ex presidente giallorosso Rosella Sensi: «Sono letteralmente allibita – ha detto ieri sera a Rainews – perché una società come la Roma non può lasciare che questo simbolo che ha solo la Roma, che nessuna altra squadra al mondo ha, sia trattato così. Pallotta avrebbe dovuto accompagnare il suo capitano ad annunciare e gestire un po’ tutto l’anno». E su Spalletti: «In questo momento vedo sinceramente una persona molto svuotata internamente. Anche Luciano non ha capito Totti, o meglio poteva capirlo meglio, e sicuramente non lo doveva gestire così».

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy