Roma, l’ultima senza i totem

Roma, l’ultima senza i totem

Domani la sfida al Genoa, sabato prossimo con la Juve rientrano DeRossi e Dzeko

di Redazione, @forzaroma

Battere il Genoa per allungarsi la vita sulla panchina della Roma e poi puntare tutto sui big che da qui alla fine dell’anno torneranno a disposizione. È questo il piano di Eusebio Di Francesco per salvare se stesso e la stagione della Roma, scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera, che sarebbe positiva solo con il quarto posto (almeno) in campionato e un buon percorso nelle coppe.

Le seconde linee si sono dimostrate inaffidabili e il tecnico le riproporrà difficilmente quando avrà tutti a disposizione. Il primo a rientrare dovrebbe essere Daniele De Rossi, che ieri è tornato a lavorare con il gruppo e che punta a tornare in campo contro la Juve. Con il capitano in campo in 11 partite, compresa la Champions League, sono arrivate 5 vittorie (45,4%), 3 pareggi (27,3%) e3sconfitte (27,3%). Senza di lui in dieci gare sono arrivate 3 vittorie (30%), 3 pareggi (30%) e 4 sconfitte (40%), se poi prendiamo in considerazione solamente il campionato le percentuali di vittorie crollano: una sola, contro la Sampdoria, in sei partite, cioè il 16%.

Discorso simile per Edin Dzeko, anche lui in odore di rientro contro la Juventus. Senza il bosniaco, in cinque gare, è arrivata una sola vittoria contro il Frosinone (con la Sampdoria è entrato nel secondo tempo), più due pareggi (con Cagliari e Inter) e altrettante sconfitte (con Real Madrid e Viktoria Plzen). Con lui in campo, invece, 7 vittorie (43,5%), 4 pareggi (25%) e 5 sconfitte (31,5%). Numeri che danno solo un’idea parziale di quanto la Roma in attacco e al centro del campo sia senza punti di riferimento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy