Roma, è il momento di diventare Schick

In questa stagione il ceco è partito titolare in cinque occasioni e con lui in campo i giallorossi non hanno mai vinto

di Redazione, @forzaroma

All’appello dei rivalutati da Eusebio Di Francesco manca solamente Patrik Schick. come scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera. Venerdì sera all’Olimpico contro il Torino toccherà a lui. Al posto di Dzeko (squalificato), quasi sicuramente giocherà Schick. Un po’ perché secondo Di Francesco “Patrik e Edin sono alternativi uno all’altro mentre Defrel è un jolly offensivo”, un po’ perché l’attaccante ceco aspetta da troppo tempo una serata che possa cambiare la sua storia romanista, che finora è stata avara di soddisfazioni.

L’unica, personale perché la squadra è uscita sconfitta dal campo, se l’è presa proprio contro il Torino in Coppa Italia, quando all’Olimpico ha realizzato il suo solo gol con la maglia giallorossa.

In questa stagione Schick è partito titolare in cinque occasioni e con lui in campo la Roma non ha mai vinto: i giallorossi infatti hanno pareggiato con Sassuolo e Chievo, perso con il Milan e con il Torino in Coppa Italia. Il gol vittoria di Fazio contro il Cagliari, infatti, è arrivato a tempo scaduto, pochi minuti dopo la sua uscita dal campo per Cengiz. Proprio il turco potrebbe essere un valido alleato per Schick, in un tridente che dovrebbe essere completato dalla presenza di Stephan El Shaarawy, preferito a Diego Perotti. Oggi tornerà ad allenarsi in gruppo Daniele De Rossi, ma la sua presenza col Torino resta in forte dubbio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy