Ranieri dà l’addio: “Errori della squadra? Il guaio è che si parla soltanto del futuro”

Ranieri dà l’addio: “Errori della squadra? Il guaio è che si parla soltanto del futuro”

Il tecnico saluta con tre giornate di anticipo e conferma le difficoltà che tutti gli allenatori della Roma made in Usa hanno trovato nel loro lavoro

di Redazione, @forzaroma

La panchina della Roma continua a essere scomoda, scrive Luca Valdiserri sul Corriere della Sera. Dopo il no di Antonio Conte, che ha bocciato un progetto che secondo lui non porta alla vittoria, arriva l’addio di Claudio Ranieri.

Dall’esterno è sembrato che in queste settimane si sia persa di vista l’importanza del campionato in corso. Ranieri conferma: “Da fuori è sembrato così? Anche da dentro. Non è facile dire se la partita di Genova si possa spiegare con tutte le chiacchiere sul futuro: ci sono in ogni club, fanno parte del calcio e bisogna conviverci. Dovevamo essere più pratici e più concentrati e non subire quel gol su calcio piazzato. Spero che il rigore parato da Mirante possa essere utile da qui alla fine del campionato”.

Ma non lo sarà, in ogni caso, per tenerlo sulla panchina giallorossa: “Una volta firmato il contratto avevo già deciso. Sapevo che ero venuto qui nel momento di bisogno della mia squadra del cuore. Finito il campionato, finisce il mio lavoro”. La squadra si giocava il quarto posto e sembrava importante solo l’arrivo di Conte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy