Lobont: “Il 26 maggio? Ci ha pure aiutato a crescere. Alisson è il portiere più forte del mondo”

L’ex portiere giallorosso aggiunge: “Di Francesco è come un sarto che deve fare un abito su misura”

di Redazione, @forzaroma

Bogdan Lobont, fresco di addio al calcio, ha vissuto nove intense stagioni nella Roma, condite da alcune soddisfazioni, ma anche da forti delusioni come la finale di Coppa Italia persa contro la Lazio. Ne parla in un’intervista a Il Corriere della Sera, dove si pronuncia anche su Alisson e altre tematiche. Queste le sue dichiarazioni:

Che ricordi ha di quel famoso 26 maggio 2013?
“Fa parte della vita, aiuta a crescere. È stato il momento di gloria dei laziali: hanno toccato il cielo con un dito, poi sono calati. A noi, invece, ha dato la spinta per tornare ad alti livelli”.

Cosa pensa di Alisson?
“È il portiere più forte al mondo. L’anno scorso non è stato facile per lui, ma ora ha dimostrato tutte le sue qualità”.

Di Francesco è l’uomo giusto per portare in alto la Roma?
“È tanta roba! È come un sarto che deve fare un abito su misura, ora bisogna dargli tempo. La mentalità vincente si costruisce giorno dopo giorno, ma questa è la strada giusta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy