L’Inter riparte dal solito Lukaku. Conte: “Cosa voglio? Il risultato”

Iniziano le sfide decisive, il tecnico riabbraccia il suo centravanti e rilancia Vidal

di Redazione, @forzaroma

Ritrovato Lukaku, l’Inter deve ritrovare la vittoria dopo la sanguinosa, soprattutto per la classifica, sconfitta con la Samp, scrive Guido De Carolis sul Corriere della Sera.

L’assenza del centravanti belga a Genova ha fatto sbandare i nerazzurri, costringendoli a interrompere una striscia di otto vittorie. Fallita la prova del nove, oggi all’Olimpico va in scena la sfida dei numeri 9: Lukaku contro Dzeko. I due dovevano diventare compagni di squadra due estati fa, non se ne fece nulla per una differenza di una decina di milioni. Senza il suo totem titolare l’Inter ha vinto una sola volta su quattro in campionato, ma con lui in campo dall’inizio ha raccolto dieci successi, un pari e la sola sconfitta nel derby. I numeri non mentono, Lukaku trasforma la squadra di Conte, nel gioco e nei risultati. In una settimana ricca di fibrillazioni societarie e segnata da una sconfitta inattesa, l’Inter cerca di isolarsi per approcciare al meglio un trittico decisivo. “Quando giochi con squadre così misuri la tua forza e le tue ambizioni con i fatti, non con le parole“, sottolinea Conte.  Alla fine il risultato è alla base di tutto, influenza i giudizi. In questo momento io voglio vedere il risultato“. Vidal  oggi titolare dopo essere finito in panchina con la Samp e aver incassato le critiche di Conte per la brutta prova contro il Crotone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy