La Roma si infuria, lo sceicco ?licenzia? il suo portavoce

di finconsadmin

(Corriere della Sera – G.Piacentini) – La vicenda dell’ingresso nella Roma dello sceicco Adnan Adel Aref al Qaddumi al Shtewi somiglia sempre di pi? ad una telenovela.

 

 

E, come tale, ieri si ? arricchita di un nuovo capitolo. Erano ancora fresche le dichiarazioni di Gigi Moncalvo, che come portavoce di al Qaddumi aveva parlato di ?passo indietro? da parte della Roma e di ?comunicazione assente? tra la propriet? americana e UniCredit, quando ? arrivata la retromarcia. ?Smentisco qualsiasi comunicazione fatta a mio nome sul presidente Pallotta, su UniCredit, sulla societ? e sulla squadra ? sono le parole dette all?Ansa e non all?Adn Kronos del consigliere d?amministrazione giallorosso Pippo Marra, che prima di ieri era stata l?agenzia di riferimento dello sceicco ?. La persona che ha parlato non ? il mio portavoce e non condivido nulla di quanto ? stato detto?.

 

Probabilmente un atto dovuto, richiesto a gran voce dalla Roma, arrabbiata (eufemismo) per le esternazioni dell?ex direttore della Padania, ?sacrificato? per mantenere buoni i rapporti tra le parti. ?Non ci saranno ulteriori comunicazioni ? ha proseguito al Qaddumi? e adesso voglio lavorare in tranquillit?. Al momento opportuno sar? fatto il necessario. Spero che ora si fermino tutte queste chiacchiere che stanno facendo male a me, alla mia famiglia e alla Roma?. Lo sceicco, quindi, continua a lavorare per assolvere all?impegno preso firmando il contratto preliminare con la societ? giallorossa e ha tempo fino al 14 marzo per dimostrare a James Pallotta di avere la disponibilit? necessaria (circa 50 milioni di euro) per entrare nella Roma.

 

E se la trattativa dovesse fallire, l?attuale propriet? pu? continuare a garantire investimenti? Ieri la societ? ha risposto alla domanda posta da Rete Sport, rassicurando i tifosi giallorossi. ?La continuit? aziendale?? stato il messaggio in un primo momento attribuito al direttore generale Franco Baldini ? ? garantita anche senza l?ingresso di altri investitori?. La domanda pi? spinosa, per?, rischia di essere quella contraria: se la trattativa dovesse concretizzarsi, come faranno a convivere tre anime ?americani, banca e sceicco ? cos? differenti? Soprattutto di questo si parler? nel Cda in programma oggi pomeriggio a Trigoria.

 

In teoria i punti all?ordine del giorno sarebbero la cooptazione di Italo Zanzi al posto di Mark Pannes nel consiglio di amministrazione, l?approvazione della semestrale e la discussione della situazione finanziaria della societ?. C?? per? la voce ?eventuali e varie?, che di solito si usa per le questioni meno importanti. Stavolta, vista la presenza di Paolo Fiorentino (dal vivo o in conference call) che vorr? essere aggiornato sulla ?questione araba?, non sar? cos?.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy