Garcia, profilo basso: «Roma, vinceremo se resteremo uniti»

“Abbiamo grandi ambizioni ma l’obiettivo primario resta la qualificazione alla Champions League” afferma il tecnico francese alla vigilia di Verona-Roma

di Redazione, @forzaroma

Alla vigilia della prima sfida di campionato contro il Verona, in conferenza stampa Garcia è sicuramente apparso più sereno e rilassato, ma anche più prudente: «Abbiamo grandi ambizioni ma l’obiettivo primario resta la qualificazione alla Champions League. In questa stagione c’è tanto entusiasmo, da parte nostra ci sono ambizioni e convinzione: ci può stare un po’ di disfattismo in alcuni momenti, la società non ha avuto i risultati che una città come questa meriterebbe. Ma è la storia della Roma, il suo destino è vincere: indossiamo la maglia più bella del mondo. Noi dobbiamo essere all’altezza del destino della Roma».

Il tecnico francese, come riporta l’edizione odierna de Il Corriere della Sera, chiede una mano ai tifosi: «Insieme – le sue parole – siamo più forti, abbiamo un gruppo fantastico, dal grande spirito. Momenti difficili ce ne saranno anche quest’anno, ma uniti supereremo tutto».

Grazie all’arrivo di Edin Dzeko, il gap con la Juventus è in parte colmato: «Se il gap è inferiore lo dirà la stagione. La società ha lavorato benissimo per migliorare, con Edin avremo una punta che giocherà molto più nell’area avversaria, siamo più ricchi di soluzioni, possiamo cambiare se l’idea di gioco non funziona ed è un grande vantaggio per vincere le partite. Dzeko e Salah sono con noi da poco tempo e c’è ancora da lavorare».

Capitolo Digne: «Cerchiamo un terzino sinistro, lui è una possibilità ma devo concentrarmi su quelli che avrò a Verona». Si resta in attesa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy