Fonseca ha cancellato il passato: “Bella Roma, partita perfetta”

Europa League, quarti ipotecati. “Shakhtar annullato, l’abbiamo studiato bene”

di Redazione, @forzaroma

Alla vigilia aveva detto che non vorrebbe mai giocare contro le sue ex squadre, ma se questi sono i risultati Paulo Fonseca dovrebbe invece augurarsi il contrario, scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera. La Roma ha superato 3-0 lo Shakhtar Donetsk, dopo avere eliminato lo Sporting Braga, ieri sera all’Olimpico mettendo una serissima ipoteca sul passaggio ai quarti di finale di Europa League (la gara di ritorno in Ucraina si giocherà giovedì prossimo). “Non è stata una partita facile – le parole del tecnico portoghese – loro sono una grande squadra, che ha vinto due volte contro il Real Madrid e ha pareggiato due volte contro l’Inter. Sapevo che loro ci avrebbero aspettati bassi per fare il contropiede, ma l’abbiamo preparata bene. Abbiamo fatto una partita molto buona, anche in fase difensiva e non gli abbiamo concesso opportunità“.

Con la travolgente vittoria di ieri sera Fonseca ha conquistato parecchi punti nel cuore dei tifosi e della società. “Il mio innamoramento per la Roma è molto grande, è molto bello per me essere l’allenatore di questa squadra e mo tantissimo la città. Qui non è facile, lo sappiamo bene, ma cerco di essere sempre equilibrato: sto imparando molto come allenatore della Roma. C’è un bel gruppo, per un allenatore è bello sentire che sono tutti pronti a sacrificarsi per la squadra. Pedro? No, nessun caso e nessuna discussione. Semplicemente lui non aveva capito quello che gli stavo dicendo. In partite come questa ci sono motivazioni extra per i calciatori, che però dobbiamo mantenere assolutamente anche in campionato“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy