Dzeko, il leader con i piedi di fata. E gli occhi da tigre

Ora il bosniaco sta diventando più cattivo in campo, proprio quello che chiedeva Spalletti fino a maggio

di Redazione, @forzaroma

Cosa sarebbe di Edin Dzeko e di tutto il suo bendidio calcistico se iniettato di sangue di tigre, alla Mandzukic per capirci? Ci si mangiava il fegato quasi tutte le notti l’insonne e tormentato Spalletti, scrive stamattina “Il Corriere della Sera“. Spalletti se n’è andato a metà dell’opera. E ora Edin si sta trasformando nel sogno di Luciano, sotto gli occhi dei romanisti. Un leader con i piedi di fata. Non più solo caterve di gol, ma la pupilla da tigre e una città finalmente unita nel suo nome.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy