Dove è finito il vero Nainggolan? Rischia di saltare Napoli-Roma

Nelle ultime quattro gare, tra campionato ed Europa League, Spalletti lo ha schierato titolare solo una volta anche per i problemi muscolari che gli hanno impedito di rispondere alla convocazione della sua nazionale

di Redazione, @forzaroma

Dopo non essersi praticamente mai fermato da quando è arrivato dal Cagliari, nel gennaio del 2014, Nainggolan sta vivendo il suo momento più difficile nella Capitale. Il suo agente sta trattando un’ulteriore adeguamento del contratto (a meno di dodici mesi dall’ultimo), anche se nel suo testamento sportivo da d.s. giallorosso Walter Sabatini ha parlato di «premio» e non di «rinnovo», invitando i calciatori a prendere atto che, dopo l’eliminazione dal preliminare di Champions League, i presupposti alla Roma sono cambiati.

Dentro al campo le cose non vanno meglio. Come scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera, rispetto alla scorsa stagione, in cui Spalletti gli aveva cucito addosso un ruolo «alla Perrotta», che lo aveva portato a realizzare sei gol nel girone di ritorno dopo aver chiuso a zero quello di andata, quest’anno sta faticando più del dovuto per trovare la giusta collocazione tattica. Nelle ultime quattro gare, tra campionato ed Europa League, il tecnico romanista lo ha schierato titolare solo una volta (a Torino), anche per i problemi muscolari che gli hanno impedito di rispondere alla convocazione della sua nazionale per le qualificazioni ai Mondiali del 2018.

La presenza nell’amichevole che la Roma ha disputato due giorni fa contro la Primavera ha fatto storcere il naso a più di una persona in Belgio, provocando la reazione del Ninja sui social: «Ho letto qualche str…… sul fatto che ho giocato in una amichevole a Trigoria. Sto cercando di rimettermi fisicamente a posto. Non sono abbastanza allenato per giocare una partita ufficiale. Può un’amichevole per mettersi in forma essere pesante come una ufficiale?».

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy