Di Francesco: “La Roma è cresciuta ma non so ancora se è davvero guarita”

Di Francesco: “La Roma è cresciuta ma non so ancora se è davvero guarita”

All’Olimpico contro il Torino il tecnico giallorosso a caccia della quarta vittoria di fila

di Redazione, @forzaroma

Non ancora guarita, ma sicuramente cresciuta. Eusebio Di Francesco, come riporta Luca Valdiserri sul Corriere della Sera,  fa un distinguo alla vigilia di Roma-Torino, ripresa del campionato dopo un’incomprensibile sosta di 21 giorni, interrotta solo dal 4-0 alla Virtus Entella negli ottavi di Coppa Italia. “Mi sento di dire che siamo cresciuti, questo sì, ma quest’anno ci siamo riammalati spesso. Mi auguro che non riaccada più. Può succedere che non tutte le partite finiscano come vorremmo, ma vedo lo spirito della squadra, l’identità, il modo di scendere in campo, l’approccio a certe gare. Ci sono partite che possono sembrare facili, come l’ultima di Coppa Italia, ma ricordo che la Roma ha subito anche batoste da squadre piccole in passato, sottovalutando gli avversari”.

La ripresa dopo così tanti giorni è un rebus per tutti gli allenatori. Non ci sono precedenti e si dovrà navigare a vista. Roma e Torino hanno parecchi assenti e altrettanti giocatori che rientrano da infortuni prolungati. Di Francesco potrà contare su Manolas ma non su Florenzi. Out anche Mirante, De Rossi, Perotti e Juan Jesus, mentre Nzonzi è stato convocato anche se è quasi sicuro che vada in panchina, pronto semmai per una staffetta con CristanteoLorenzo Pellegrini durante la partita. Dzeko, come il tecnico abruzzese ha spiegato in conferenza stampa, è favorito su Schick. Gli altri ballottaggi sono Karsdorp/ Santon e Kluivert/El Shaarawy, con i due olandesi che sembrano essere più avanti. Zaniolo nettamente favorito su Pastore.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy