De Sanctis, il giallo delle 3 chiamate

Le condizioni di salute del ds della Roma sarebbero per fortuna in miglioramento

di Redazione, @forzaroma

Tre telefonate al numero unico di emergenza 112 alle 23 circa di martedì sera. La prima per segnalare un incidente stradale con feriti fra via dei Georgofili e via Cristoforo Colombo, la seconda per rettificare e spiegare che non c’erano feriti, la terza infine per annullare la richiesta di intervento. È questa la ricostruzione fatta dalla polizia municipale su quanto accaduto tre giorni fa al direttore sportivo della Roma Morgan De Sanctis, ricoverato al Policlinico Gemelli in prognosi riservata dopo l’asportazione della milza. Le sue condizioni di salute, scrive il “Corriere della Sera”, sarebbero in miglioramento e non si esclude che già oggi sia trasferito in reparto dalla terapia intensiva e venga poi dimesso nei prossimi giorni.

Al comando dei vigili urbani però non è ancora giunta alcuna relazione sull’incidente. A questo punto non è escluso che chi indaga possa acquisire le immagini della videosorveglianza dell’incrocio teatro dell’incidente per chiarire la dinamica dei fatti. Subito dopo lo schianto, lo stesso De Sanctis non sembrava aver riportato gravi ferite tanto che, su consiglio di un amico, aveva lasciato la vettura incidentata e aveva preso un taxi per recarsi a Villa Stuart per un controllo medico. È stato proprio lì che l’ex portiere di Roma, Napoli e della Nazionale si è sentito male e a quel punto è stato deciso il suo trasferimento in ambulanza al Gemelli dove il 43enne, ora dirigente della società giallorossa, è stato subito sottoposto a un delicato intervento chirurgico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy