Uva sulla finale a Istanbul: “Revocarla è un atto forte, non siamo a quel livello”

Uva sulla finale a Istanbul: “Revocarla è un atto forte, non siamo a quel livello”

Il vicepresidente della Uefa dichiara: “C’è una separazione netta fra aspetti sportivi e politici”

di Redazione, @forzaroma

Il vicepresidente della UEFA Michele Uva, ha parlato ai microfoni di Radio Anch’io lo Sport alle porte del match ad alta tensione tra Francia e Turchia, dopo il gesto militare dei calciatori a sostegno di Erdogan. Tra questi c’è anche l’esterno giallorosso Cengiz Under, protagonista di un post carico di polemiche. Queste le sue dichiarazioni: “C’è una separazione netta fra aspetti sportivi e politici. È chiaro che il comportamento dei tesserati durante le partite abbia delle regole ben precise, che devono essere rispettate. Io non sono l’organo giudicante, non posso dire nulla di più”.

È possibile che la UEFA decida per la revoca della finale di Istanbul?
“Revocare una finale è un atto forte, dal punto di vista sportivo. Penso che non siamo ancora nelle condizioni di poterne parlare e discutere. È chiaro che valuteremo insieme le situazioni con il comitato esecutivo, ma è difficile pensare a sanzioni di questo livello. Il nostro regolamento vieta alcun segno distintivo, soprattutto pensando a paesi in guerra, con grossi problemi a popolazioni. La UEFA ingloba Armenia e Azerbaigian, Russia e Ucraina. Se un tesserato si comporta in un determinato modo poi va incontro a dei problemi”.

Le sanzioni riguarderebbero giocatori o squadra?
“Dipende molto dal referto, non solo del delegato UEFA ma anche dell’arbitro, poi dalle fotografie e dai video. Quella della federazione è responsabilità oggettiva, è evidente”.

Cosa cambierà nella prossima Nations League?
“La prima edizione è stato uno straordinario successo, visti ascolti e interessi dei media. Non avrà più gironi da 3 squadre, ma 4: non ci saranno più le amichevoli. La FIFA ha deciso che ci sarà competizione in tutte le gare, a parte nel mese di marzo. Maggiore competitività ed equilibrio”.

Cosa si aspetta da Francia-Turchia?
“Da uomo di sport mi aspetto una bellissima partita di calcio. Chi dovesse vincere stacca il biglietto per la fase finale dell’Europeo, spero sia tutto compreso da uno spettacolo straordinario, ci sono i campion

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy