Toldo: “Ammiro il rugby che ha chiuso la stagione. Non bisogna aver paura di prendere decisioni”

L’ex portiere: “Le persone di responsabilità devono uscire allo scoperto. Stipendi tagliati? Io l’avrei fatto”

di Redazione, @forzaroma

L’ex portiere dell’Inter e della Nazionale Francesco Toldo è stato intervistato da Tuttomercatoweb e ha parlato della situazione coronavirus legata anche al mondo del calcio: “Siamo tutti in ansia, attaccati alle notizie della sera per sapere le novità. Ci sono ancora tanti morti ed è veramente dura. Bisogna attenersi al alle regole, prendere le precauzioni”.

Che cosa ci lascerà questa situazione quando torneremo alla normalità?
Un bel segno. I più intelligenti e i più saggi coglieranno l’aspetto positivo, sapranno imparare la lezione e capiranno che bisogna vivere diversamente. Altri rientreranno forse subito nel marasma generale di sempre.

Il campionato: riprenderà o verrà annullato a suo parere?
In questo momento il calcio è l’ultimo dei miei pensieri. Ammiro le decisioni coraggiose come quella del rugby che ha deciso di chiudere la stagione. Non ammiro quelle persone che non dicono per il timore di prendere delle decisioni. Le persone di responsabilità devono uscire allo scoperto. Il rugby ha insegnato che i valori sono altri. E io sono d’accordo con loro.

Se fosse un giocatore si ridurrebbe lo stipendio del 20 o 30%?
Sì, non so quale sia la percentuale fissata ma lo farei.

E alla fine lo faranno anche tanti calciatori?
Spero che possa essere una soluzione accettata dai calciatori e che il calcio dimostri che ci sono altri valori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy