Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news calcio

Spalletti: “Fischi dei romanisti? Non porterei mio figlio a insultare un adulto”

Getty Images

Il tecnico toscano ha parlato anche del suo rapporto con la città di Roma: "Roma e Napoli si somigliano. Sono città che ti bruciano anche se non sei pronto all'amore e alla passione"

Redazione

Luciano Spalletti è stato ospite del Festival di Casa Corriere al Palazzo Reale di Napoli. All'evento, ha rilasciato delle dichiarazioni a Tuttomercatoweb. Queste le sue parole: I fischi dei tifosi della Roma? Per me diventa facile perché ho la coscienza a posto. Si può fare quello che si vuole pagando il biglietto. Io non porterei mai mio figlio a insultare un adulto o farmi sentire mentre insulto un adulto allo stadio. È da questi comportamenti che si produce la legittimità a discriminare gli altri. È chiaro che poi diventano radici più profonde, diventa più difficile. Bisogna andare nelle scuole per prepararli prima, i genitori in quel caso non sono cosi adatti a insegnare la strada ai propri figli. Ci si rimane un po’ male. È una cosa deprimente portare i figli a vedere o fare queste cose. Napoli e Roma un po’ si somigliano, ma io la pressione me la produco da solo perché ne ho bisogno per rendere al massimo. Sono città che ti bruciano pure se non sei pronto all’amore e alla passione della città".