Serie A: Atalanta e Fiorentina bene in trasferta, tris Sampdoria

I nerazzurri vincono a Cagliari, i viola a Parma. Ranieri vola a +7 dal Lecce e a +5 dal Genoa, che pareggia al 97′. Brescia ok col Verona

di Redazione, @forzaroma

Prosegue la marcia dell’Atalanta, all’ottava vittoria consecutiva in campionato. Per battere il Cagliari basta il calcio di rigore siglato da Muriel al 27′, anche se i sardi, in inferiorità numerica dal primo tempo per il rosso a Carboni, recriminano per il gol annullato a Simeone sullo 0-0, a causa di un leggerissimo tocco di mano dell’attaccante. Deciso dal dischetto pure il match tra Parma e Fiorentina: al Tardini l’arbitro Abisso fischia ben tre rigori, due realizzati da Pulgar e l’altro da Kucka, per l’1-2 finale dei viola.

La Sampdoria supera 3-0 la Spal grazie alla doppietta di Linetty e alla rete di Gabbiadini. Ranieri batte Di Biagio e rifiata: la salvezza sembra più vicina, nonostante il Genoa riesca ad evitare la sconfitta con l’Udinese al 97′. I rossoblù subiscono i centri di Fofana e Lasagna, ma poi si riscattano con Pandev all’81’ e all’ultimo secondo con Pinamonti, che dagli undici metri si fa ipnotizzare da Musso segnando comunque sulla ribattuta. Ci crede ancora, infine, il Brescia: Verona sconfitto di misura con il primo gol in Serie A di Papetti e il raddoppio di Donnarumma nel finale.

Risultati Serie A (partite ore 19.30):

  • Brescia-Verona 2-0: 52′ Papetti e 96′ Donnarumma
  • Cagliari-Atalanta 0-1: 27′ rig. Muriel
  • Parma-Fiorentina 1-2: 19′ rig. e 31′ rig. Pulgar (F), 50′ rig. Kucka (P)
  • Sampdoria-Spal 3-0: 11′ e 48′ pt Linetty, 45′ Gabbiadini
  • Udinese-Genoa 2-2: 44′ Fofana (U), 73′ Lasagna (U), 81′ Pandev (G), 97′ Pinamonti (G)

Classifica Serie A: Juventus 75, Lazio 68, Inter 64, Atalanta 63, Roma* 48, Milan 46, Napoli* 45, Verona 42, Bologna 41, Sassuolo 40, Cagliari e Parma 39, Fiorentina 34, Sampdoria e Udinese 32, Torino 31, Genoa 27, Lecce 25, Brescia 21, Spal 19. (*: una gara in meno)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy