Lotito: “Contro di me c’è una campagna diffamatoria per ostacolare l’opera di risanamento del calcio”

Questo pomeriggio il presidente della Lazio ha rilasciato una dichiarazione all’Ansa dopo esser finito nel registro degli indagati per tentata estorsione

di Redazione, @forzaroma

“Ho la massima fiducia nella magistratura e confido che in breve tempo chiarisca la mia posizione al fine di trasformare i miei accusatori in accusati. È questo il senso di una dichiarazione rilasciata all’Ansa da Claudio Lotito. “Contro di me – aggiunge – c’è una campagna diffamatoria per ostacolare l’opera di risanamento del calcio”.

“Da mesi sono oggetto di una campagna diffamatoria e calunniosa il cui fine è indubbiamente quello di ostacolare l’opera di risanamento del calcio-  dice Lotito, finito nel registro degli indagati per tentata estorsione –, che sto contribuendo faticosamente a portare avanti, come dimostrato dai molteplici provvedimenti già adottati allo scopo di assicurare l’assoluta trasparenza del sistema. Consapevole di questo, mesi addietro, avevo appunto presentato presso la Procura di Roma una denuncia per diffamazione e calunnia – aggiunge il presidente della Lazio -. Confido che la magistratura, nella quale ho da sempre la massima fiducia, possa in breve tempo chiarire positivamente la mia posizione al fine di trasformare i miei accusatori in accusati”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy