L’AIC risponde alla Lega sul taglio degli stipendi: “Proposta vergognosa”

Poi aggiunge: “E’ chiara l’indicazione che si vuol far pagare solo ai calciatori gli eventuali danni della crisi”

di Redazione, @forzaroma

L’assemblea di Serie A di oggi ha reso note le modalità con le quali i club potranno tagliare sugli stipendi dei calciatori. Pronta la risposta dell’AIC: “E’ una proposta vergognosa e irricevibile”. L’Assocalciatori boccia senza mezzi termini la linea guida della Lega Serie A sul taglio agli stipendi e il vicepresidente, Umberto Calcagno, all’ANSA spiega: “E’ chiara l’indicazione che si vuol far pagare solo ai calciatori gli eventuali danni della crisi. L’unica parte rilevante del comunicato della Lega – prosegue – è l’inciso con cui si dice che le squadre dovranno negoziare le modifiche contrattuali con i singoli giocatori”.

Arrivano poi anche le parole di Tommasi sempre all’Ansa: “Se le societa’ di serie A si devono trovare in assemblea per dire che non pagheranno gli stipendi, quando in realta’ a tu per tu con i giocatori i singoli club stanno cercando accordi di buon senso, è molto preoccupante. “Come ha detto Messi,  non riesco a capire la logica imprenditoriale alla base di questo comportamento: mettere in cattiva luce i giocatori, principali protagonisti dello spettacolo, quando tutti o quasi stanno già discutendo con i club come uscire insieme da questa crisi. Mi pare una follia“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy