Bologna, Mihajlovic furioso per il campo di ‘Marassi’: “Buono per coltivare patate, è una vergogna”

L’allenatore rossoblù se la prende con il terreno di gioco: “Neanche quando ero ragazzino c’erano campi così, è vergognoso in Serie A”

di Redazione, @forzaroma
mihajlovic bologna genoa stadio campo marassi

Il Bologna perde in casa del Genoa per 2-0 e continua la striscia senza vittorie che dura da fine novembre. Dopo cinque pareggi di fila, i rossoblù cadono a ‘Marassi’: una partita pesantemente condizionata dal terreno di gioco, con poca erba e molto irregolare. Sinisa Mihajlovic, ai microfoni di ‘Sky Sport’, non usa mezzi termini: “Ma perché, questo è un campo? È un campo, ma di patate. È una vergogna che nel 21esimo secolo si giochi in un campo del genere in Serie A. Non cerco scuse, ma una squadra tecnica che gioca in un campo così perde tempi di passaggio e di gioco, contro una squadra che rompe il gioco e basta”. 

Mihajlovic continua: “Non abbiamo meritato di perdere, ma abbiamo perso nettamente. È una brutta sconfitta perché non me l’aspettavo, ero convinto di portarla a casa. Poi il campo ci ha penalizzato, ma non ce la possiamo prendere con questo. Neanche quando ero io ragazzino c’erano questi campi. Ma qui è sempre stato così, anche quando allenavo la Samp, era più un campo per coltivare le pannocchie o le patate che per giocare a calcio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy