Totti racconta De Rossi: “La cosa più bella è crescere i nostri figli insieme. È un fratello” – VIDEO

Totti racconta De Rossi: “La cosa più bella è crescere i nostri figli insieme. È un fratello” – VIDEO

L’omaggio dell’ex capitano della Roma al suo amico e compagno di squadra che questa sera lascerà i giallorossi

di Redazione, @forzaroma

A poche ore dall’addio di Daniele De Rossi, l’ex capitano della Roma Francesco Totti ha voluto raccontare ai tifosi il suo rapporto e alcuni aneddoti del centrocampista nonché grande amico e compagno di battaglie sul campo. Questa sera “Capitan Futuro”, questo il soprannome che ha portato in spalla per una vita, si svestirà della maglia giallorossa dopo ben 18 anni. Questo il video pubblicato dalla Roma sul proprio profilo Twitter e le parole dell’ex capitano sul suo grande amico e compagno in giallorosso. Di seguito il racconto da parte di Totti su ogni singola foto scelta:

“Questa immagine è sull’aereo. Non mi ricordo che partita era, ma sicuramente avevamo vinto perché guarda che sorriso avevamo! Eravamo soddisfatti! Lui è un giocherellone, scherza sempre, soprattutto adesso che sono di posto davanti a lui perché generalmente eravamo seduti insieme: 4A e 4C, adesso io sono al 2. Lui fa sempre battute e scherza quando siamo sull’aereo”.

“Questa immagine è il cambio è la finale della Coppa del Mondo a Berlino. Una giornata indimenticabile! Siamo riusciti a portare Roma anche sul tetto del Mondo con l’Italia”.

“Questa immagine è la vincita della Coppa Italia a Milano dove all’andata avevamo vinto 6-2 e nel ritorno avevamo perso 2-1 con il gol di Perrotta. Qui abbiamo rischiato perché sul 2-0 loro potevano fare il 3 gol e sarebbe cambiata tutta la partita. Tuttavia la cosa più bella è l’esultanza finale con Daniele che alziamo la bandiera sotto i tifosi della Roma”.

“Questa immagine ritrae il mio primo gol dopo l’infortunio subito. Era contro lo Shakhtar Donetsk in Champions League: avevo segnato di sinistro e Daniele a fine partita mi fece la battuta ‘L’intervento di Mariani è riuscito abbastanza bene!’”.

“Le usanze di una volta fare le gigantografie del giocatore ai tempi delle giovani e qui Daniele ha voluto fare questa simpatica foto con me vicino con me giovane e lui già vecchio”.

“La partita non me la ricordo ma sicuramente ho segnato su calcio di rigore. Ogni volta che calciavo in porta lui era sempre uno tra i primi a esultare insieme a me saltandomi sulla schiena”.

“Questo è un abbraccio vero. Un abbraccio sincero come ho sempre detto. È un fratello in campo, un ragazzo con cui abbiamo condiviso tanti momenti con questa maglia e con questi colori”.

In questa foto sembra che abbia segnato io, ma non ho segnato io. Questo è il cross che ho fatto a Roma-Fiorentina d’esterno e lui ha fatto gol di testa dal limite dell’area. Non ricordo se finì 3-0 o 3-1. È stata una delle più belle partite che abbiamo giocato”.

“Questa è una bella immagine perché fa un po’ effetto vederlo con la maglia numero 10. Non ce lo vedo benissimo! Questo è il mio addio dopo avermi consegnato il regalo della squadra e con lui Capitano abbiamo fatto la foto verso la Curva”.

“Questa è una delle foto più belle perché Daniele è un fratello anche fuori dal campo. Abbiamo condiviso tante cose belle e brutte, ma penso che questa è la cosa più bella: crescere i nostri figli insieme, vederli uscire da scuola, portarli sul pulmino, sperando che loro possano fare il nostro percorso. E non intento dal punto di vista calcistico, ma soprattutto dal punto di vista dell’amicizia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy