Stadio Roma, arrestato il grillino Marcello De Vito per presunte tangenti

Indagato per corruzione, il presidente dell’assemblea capitolina avrebbe favorito il progetto Tor di Valle del costruttore Luca Parnasi

di Redazione, @forzaroma

Marcello De Vito, presidente dell’assemblea capitolina è stato arrestato all’alba con l’accusa di corruzioneL’esponente grillino avrebbe incassato direttamente o indirettamente delle elargizioni, questa l’ipotesi dei pm Barbara Zuin e Luigia Spinelli, dal costruttore Luca Parnasi. De Vito, in cambio, avrebbe promesso – all’interno dell’amministrazione pentastellata guidata dalla sindaca Virginia Raggi – di favorire il progetto collegato allo stadio della Roma.

L’indagine “Congiunzione astrale” si concentra sulle condotte corruttive e il traffico di influenze illecite nell’iter per la realizzazione del nuovo stadio della Roma, la costruzione di un albergo presso la ex stazione ferroviaria di Roma Trastevere e la riqualificazione dell’area degli ex Mercati generali di Roma Ostiense.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy