Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Spalletti: “Mou una leggenda”. Abraham insegue Dzeko mentre sale la febbre Leicester

Getty Images

L'allenatore toscano elogia lo Special One mentre in città sale già l'attesa per la semifinale di Conference League

Redazione

All'antivigilia del match contro il Napoli, la Roma è tornata ad allenarsi sotto il sole di Trigoria. Presenti in campo anche Lorenzo Pellegrini e Tammy Abraham, entrambi usciti ne finale del match contro il Bodo con dei piccoli problemi fisici. Il capitano e il numero 9 giallorosso, hanno preso parte all'allenamento regolarmente con il gruppo. Abraham nei prossimi match, a partire da quello contro il Napoli, andrà a caccia di un record molto importane: il record di gol segnati in una stagione con la maglia della Roma appartiene ad Edin Dzeko che nella stagione 2016/17 realizzò 39 reti (29 in Serie A). Dietro di lui, con 32 gol, Manfredini e Totti. L'inglese è fermo a quota 24 gol stagionali dopo il gol contro il Bodo, ma alla fine della stagione mancano ancora 8 partite, 9 in caso di finale di Conference League. Mourinho non parlerà in conferenza stampa per presentare il match dello stadio Maradona, al contrario l'avversario in panchina ovvero Luciano Spalletti, ha presentato il match alla stampa: "La partita è un'insidia per noi, come noi per loro, vincerà la squadra che si sentirà più minacciata, che avrà la percezione del pericolo, quella che sarà più esecutiva nei comportamenti da avere nella gara. Non si vince con i 'forza, dai, andiamo', ma facendo ciò che si deve fare contro un avversario forte". Allenatore toscano che poi si è anche lasciato andare in un commento sullo Special One: "Di Mourinho apprezzo molto la capacità di farti arrivare ciò che pensa, lui arriva quando dice qualcosa, mi ricorda mio fratello Marcello, oggi tutti scrivono che non l'ho mai battuto, è vero, in questo momento si avvia a diventare una leggenda e vincere una sfida contro di lui può diventare anche una cosa passata. Per far bene devi battere la leggenda". In giornata sono arrivate anche le parole dell'ex C.T azzurro Marcello Lippi, che ha parlato idi Roma ma anche di Francesco Totti: "Sta tenendo la Roma in una buona posizione di classifica in linea con le aspettative, subito dietro le prime. C’è questo particolare poi che tutte le squadre italiane sono uscite dalle coppe europee tranne la Roma e quindi sta facendo un grande lavoro". Sull'ex capitano giallorosso ha invece aggiunto: "Ha dato un apporto importante: non era al top della condizione, ma io sono stato da subito molto deciso nel portarlo perché l’importanza dei grandi calciatori è grande anche quando non sono al 100% e questo lo pensavano anche i suoi compagni. Ha fatto cose importantissime". Il C.T Campione del Mondo nel 2006 a Berlino ha poi anche parlato di Nicolò Zaniolo e dell'interessamento della Juventus nei suoi confronti: "Zaniolo è uno dei più grandi prospetti italiani senza dubbi. È normale che si accosti alla Juventus un ragazzo così forte e promettente, ma questi titoli servono solo a riempire le pagine dei giornali". Nel pomeriggio è scesa in campo la Primavera giallorossa in trasferta contro la Spal. I ragazzi di Alberto De Rossi hanno vinto in trasferta 1-0 contro la Spal mantenendo il primato in classifica. A decidere il match è stato Giacomo Faticanti nel primo tempo. La partita è stata più complicata del previsto alla luce delle diverse ambizioni di classifica, ma per larghi tratti del match, la Spal ha messo alle corde la Roma. 

È già Roma-Leicester

L'amore visto sugli spalti in occasione di Roma-Bodo/Glimt, si ripeterà quasi certamente anche nella semifinale contro il Leicester sia nell'andata in Inghilterra e sia al ritorno all'Olimpico. In tanti, infatti, hanno già prenotato i voli, senza neanche avere i biglietti in mano.  Il 28 aprile, al King Power Stadium, la tifoseria romanista avrà a disposizione circa 1.600 biglietti per l’andata della semifinale, l’equivalente del 5% della capienza totale del King Power Stadium. Per quanto riguarda il ritorno invece sono già stati acquistati 17mila biglietti, tutti acquistati in fase di prelazione. Facile pensare che si andrà avanti ad un ritmo incessante e che i biglietti possano finire in tempo rapidissimo. Roma-Leicester è anche la partita di Claudio Ranieri. Roma e la Roma marciano insieme nella biografia dell’allenatore di San Saba, 70 anni e mezzo secolo di calcio da professionista. Il Leicester è stato l’attimo fuggente, capitato quasi per sbaglio, ma poi afferrato con mano sicura, fino a realizzare un’impresa leggendaria. L'allenatore ha però assicurato che il suo cuore, anche in questa partita così speciale per lui, sarà comunque giallorosso.