Sollievo Roma, a Lecce con Spinazzola e Pellegrini. Fonseca: “Non escludo difesa a 3 in futuro”

Sollievo Roma, a Lecce con Spinazzola e Pellegrini. Fonseca: “Non escludo difesa a 3 in futuro”

Il tecnico portoghese non ha dato indicazioni di formazione se non che cambierà in ogni reparto. Zaniolo, intanto, continua a essere monitorato dalla Juventus con Paratici che era all’Olimpico mercoledì scorso contro l’Atalanta

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

La Roma deve ripartire da Lecce per far sembrare la sconfitta con l’Atalanta un caso isolato nel tour de force di 7 partite in 21 giorni che si concluderà con il Wolfsberger e il Cagliari. La squadra questa mattina ha svolto la rifinitura a Trigoria e le prime buone notizie arrivano dal lavoro in gruppo di SpinazzolaPellegrini. Il primo era alle prese con un fastidio al flessore a causa di una vecchia cicatrice, mentre il sette giallorosso con una fascite plantare. Entrambi convocati e Fonseca non potrà contare solamente sui lungodegenti Perotti, Under e Zappacosta. Una trasferta, quella di domani, comunque calda e non solo per l’orario (15.00), ma perché lo stadio Ettore Giardiniero via del Mare sarà sold out. E se Liverani parla della Roma definendola un avversario internazionale, lo stesso non si può dire del suo collega Fonseca che non nomina mai il Lecce nella conferenza stampa. Sono comunque tanti i temi trattati dal tecnico portoghese che annuncia qualche cambio: “E’ un periodo in cui ci sono molte partite e poco tempo per recuperare. Alcuni giocatori sono più stanchi di altri, un vero logorio fisico. Farò le mie scelte tenendo in conto anche questo”. Parla più nello specifico di Fazio poco dopo, mentre Smalling dovrebbe giocare la sua seconda gara consecutiva in giallorossa. Tra i calciatori più utilizzati ci sono sicuramente anche Kolarov, Cristante e Dzeko, ma per loro non sembra contemplato il turn over. L’ex Shakhtar poi torna anche sull’utilizzo della difesa a 3 contro l’Atalanta e non esclude che possa usarla ancora: “In futuro, se lo riterrò opportuno, ci schiereremo con i 3 centrali. Mercoledì non abbiamo perso per colpa della scelta difensiva perché le dinamiche offensive e i miei principi di gioco restano gli stessi”.

ZANIOLO – Al centro di qualche polemica in questi giorni non solo il sistema di gioco di Fonseca, ma anche Zaniolo. Sul banco delle accuse finiscono i tanti cartellini gialli collezionati in avvio di stagione dal giocatore della Roma. Problema, però,  non affrontato con il tecnico come ammesso dallo stesso tecnico in conferenza stampa. Anche mercoledì all’Olimpico ha rimediato un’altra ammonizione, questa volta sotto gli occhi di Paratici. Il diesse della Juventus, infatti, no smette di seguirlo. Il club giallorosso ha appena blindato l’ex Inter con un sostanzioso rinnovo di contratto, ma il blitz allo stadio per vedere dalla tribuna la gara contro i bergamaschi non sarà certo l’ultimo e tutto lascia credere che nel 2020 la questione tornerà d’attualità.

PRIMAVERAConferma il periodo non positivo la trasferta di Firenze per la Roma Primavera. La squadra di De Rossi perde 3 a 0 al Franchi, surclassata dalla Fiorentina di Bigica sia dal punto di vista del gioco sia della personalità. Subito in vantaggio i padroni di casa, che sbloccano l’equilibrio con Pedro. Primo gol con la maglia della Fiorentina per il nuovo attaccante della società gigliata e rete anche per un altro volto nuovo, Bobby Duncan, con un tiro preciso al minuto 22. La viola chiude i conti con Pierozzi a 8 dalla fine, una sconfitta amara commentata nel post partita anche da Riccardo Calafiori: “Risultato abbastanza bugiardo, abbiamo creato tante occasioni senza segnare mentre loro hanno sfruttato le poche occasioni. Ci stiamo impegnando tantissimo, sicuramente in difesa c’è qualcosa che non va, dobbiamo migliorare”. L’obbiettivo per i ragazzi di De Rossi sarà quello di invertire subito la tendenza, iniziando già dalla sfida di sabato prossimo contro il Bologna al Tre Fontane.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy