Rongoni: “I campi di Trigoria sono un po’ duri, possono creare problemi ai polpacci”

Rongoni: “I campi di Trigoria sono un po’ duri, possono creare problemi ai polpacci”

Parla l’ex preparatore atletico giallorosso, oggi al Marsiglia: “Pallotta fece saltare me per depotenziare Rudi Garcia. Ranieri sta cercando di ricondizionare i giocatori, alleggerendo i carichi di lavoro per cercare di recuperare lo smalto migliore”

di Redazione, @forzaroma

Paolo Rongoni torna a parlare. Nel pomeriggio l’ex preparatore atletico della Roma, attualmente al Marsiglia di Rudi Garcia, è intervenuto ai microfoni di Retesport per parlare della situazione infortuni della squadra giallorossa: “Il problema degli infortuni è globale. Difficile giudicare ciò che succede alla Roma. Mi hanno parlato di una preparazione molto leggera. Forse ci sono problemi anche legati ai campi di Trigoria perché sono un po’ duri e questo può creare problemi al polpaccio. Kevin Strootman quando è arrivato qui all’Olympique Marsiglia stava benissimo, quindi la preparazione sembrava corretta”. 

Inevitabile un commento sulla sua esperienza e sulle cause del suo licenziamento, voluto dal presidente James Pallotta: “Quando arrivai alla Roma cambiai i metodi di allenamento e questo causò alcuni problemi ai calciatori, ma tra me e loro c’era un rapporto di fiducia, anche se qualcuno faceva uscire notizie diverse. Pallotta fece saltare me per depotenziare Rudi Garcia. Però è lui che decide e che paga, quindi la presi con filosofia. certo ero dispiaciuto quando un calciatore si faceva male”. Rongoni si è poi soffermato sulla cura dei dettagli degli atleti e su ciò che Ranieri può fare in questa situazione: “Se ci si allena poco, si prepara poco il fisico allo stress e quando arrivano i momenti duri della stagione ci sono dei crolli e si verificano infortuni. Ranieri sta cercando di ricondizionare i giocatori, alleggerendo i carichi di lavoro per cercare di recuperare lo smalto migliore”.

Chiosa sulle tournée estive e sul ricordo che Rudi Garcia ha lasciato a Roma: “Le tournée sono importanti, soprattutto la International Champions Cup, che certifica che un club è a un certo livello. Sono i preparatori che devono adattare il loro lavoro agli impegni della squadra. Rudi Garcia ha il cuore giallorosso, Non è un mistero quanto sia attaccato alla Roma, a Roma e ai suoi tifosi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy