Roma-Torino, il web granata: “No alla Juve per lo scudetto. All’Olimpico scansiamoci…”

La trasferta capitolina come crocevia per la lotta al primo posto: “Se i giallorossi non si suicidano sarà goleada. Sacrifichiamoci per non chiudere il campionato”.

di Mirko Porcari, @MirkoPorcari

“Se la Roma non vince, il campionato è finito. Quindi facciamo come le altre squadre quando incontrano la Juventus, scansiamoci e sacrifichiamoci”. Il cuore toro che si spezza a metà, scegliendo il male minore il web granata guarda alla domenica di campionato con tanto pessimismo e una buona dose di delusione: “Se i giallorossi non si suicidano sarà una vera e propria goleada. Sono troppo più forti, non ci sarà nemmeno bisogno di aiutarli…”. In campo valori profondamente differenti, tra motivazioni ed entusiasmo c’è un abisso tra il presente della Roma e quello del Torino: “Ennesima stagione buttata, siamo stanchi di dover soffrire per uno striminzito decimo posto”.

Oggi vince il pessimismo e studiare gli avversari non fa altro che acuire un senso di impotenza lungo novanta minuti: “Se penso a Dzeko contro Ajeti mi vengono i brividi”. La difesa è uno dei problemi che viene ingigantito nelle discussioni: “Tutti sono meglio dell’albanese, per ogni cosa buona che fa ne combina tre disastrose. Perché non provare Acquah al centro?”, una proposta che trova nell’ironia la risposta più eloquente. “Alternative? Proverei Maltagliati o Cravero. Anche qualcuno della primavera”. Cinquanta metri più avanti ed ecco che si materializzano le poche speranze virtuali: “Come sempre dobbiamo pregare per qualche invenzione in attacco. Ljajic e Iago potrebbero fare la partita perfetta, sono belli avvelenati con la Roma…”

L’altalena stagionale nei risultati apre discussioni interessanti sulla conduzione tecnica, il popolo granata si divide nel nome di Mihajlovic: “A distanza di qualche mese possiamo dire che non è all’altezza. O meglio, non è un allenatore in grado di mantenere la parola sulle promesse di grinta e impegno”. La rocambolesca vittoria contro il Pescara non è riuscita a mitigare i malumori di una piazza che vorrebbe competere a livelli più alti: “Hanno preso tre gol contro l’ultima in classifica, vi immaginate cosa potrebbe succedere di fronte all’attacco della Roma?”. Le carenze in rosa sono l’alibi vero per l’ex tecnico del Milan: “Se la società non gli ha messo a disposizione dei giocatori validi, lui cosa può farci?”, ma il fronte dei contestatori fa muro dietro una considerazione che suona come una sentenza. “Sinisa è il tecnico più scarso visto a Torino negli ultimi 40 anni”. Finale con incursioni veloci che toccano la rivalità cittadina, la domenica dell’Olimpico aggiunge spettatori che sperano in un passo falso dei giallorossi: “Sono della Lazio ma simpatizzo per il Torino. Fateci un bel favore, cercate di fermare questa Roma!”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dino.desposit_802 - 4 anni fa

    Sono tifoso romanista dal 1953 e ne ho viste di tutte ma, se veramente siamo arrivati a questo punto, allora è meglio smettere di seguire il calcio. In realtà, secondo me, questo è il vero male del calcio italiano. Non si fa il tifo “per” ma si fa il tifo “contro”. Pazzesco; e, soprattutto, segno di grande inciviltà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy