Roma senza qualità e Champions. A Valencia è già Florenzi-mania

Roma senza qualità e Champions. A Valencia è già Florenzi-mania

Giorno di riposo oggi per la squadra giallorossa rientrata nella notte da Reggio Emilia dopo la brutta sconfitta con il Sassuolo. Kluivert, invece, si racconta a Dazn: “All’inizio ero terribile in difesa, ma in Italia se non aiuti non giochi”

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

“Speriamo di dimenticare presto questa partita”. Sono le parole di Dzeko che hanno chiuso il post partita di Sassuolo-Roma. Da scordare, però, non sono solo i 90 minuti del Mapei Stadium, ma l’intero weekend. La squadra di Fonseca, neanche una settimana dopo la bella prestazione nel derby con la Lazio, mette nuovamente in risalto un’alternanza preoccupante nell’atteggiamento, ma soprattutto una mancanza di qualità nei giocatori d’attacco. A peggiorare tutto anche il pareggio dell’Atalanta che fa scivolare i giallorossi al quinto posto e quindi fuori dalla zona Champions.

RIPRESA – Il cammino verso l’Europa che conta riparte dunque venerdì prossimo all’Olimpico contro il Bologna dove Fonseca non potrà contare su Pellegrini (espulso a Reggio Emilia). Da domani, intanto la squadra riprenderà ad allenarsi a Trigoria con il tecnico portoghese che dovrà lavorare non solo sulla testa dei giocatori, ma anche sull’incisività sotto porta. In tal senso il messaggio di Dzeko è stato abbastanza chiaro ieri: “Non si può giocare così in Serie A. Poi dico sempre ai ragazzi di darmi la palla”. Un invito specifico per Under e Kluivert con l’olandese che si racconta a Dazn spiegando come in questo anno e mezzo si sia dovuto adattare al calcio italiano. All’inizio ero terribile in difesa, ma qui se non aiuti i compagni non giochi” racconta l’ex Ajax che comunque non ha brillato nella serata di ieri.

ESORDI – La sfida del Mapei, però, non è da dimenticare per tutti. Il record dei 100 gol di Dzeko con la Roma resta amaro, mentre sui social Villar ci tiene a celebrare comunque l’esordio in maglia giallorossa. “Non dimenticherò mai questo giorno. Spero sia la prima di tante partite con questa maglia. Peccato non aver guadagnato i tre punti” scrive su Instagram. Tutt’altro inizio, invece, per Florenzi al Valencia. Quasi in contemporanea con la sua ex squadra giocava contro il Celta Vigo. Ventotto passaggi di cui 25 completati, quattro duelli vinti, tre recuperi e due cross sono le sue statistiche. La ciliegina sulla torta sarebbe potuta diventare quel quasi eurogol – un tiro dalla distanza dopo un rimbalzo che stava per finire sotto l’incrocio dei pali – sventato dal portiere del Celta Ruben Blanco. Il vantaggio poi è arrivato dopo la sua uscita dal campo, ma i tifosi sono già pazzi dell’ex capitano della Roma e c’è chi scrive: “In attacco è un aereo, questo dal Mestalla non si muove. Spettacolare, Pallone d’oro subito!”.

ALTRE – Chi invece potrebbe muoversi dalla sua squadra di appartenenza è Juan Jesus. E’ ancora possibile fare delle operazioni in uscita considerando che il calciomercato estero è aperto e sono tre i club russi interessati al brasiliano:  Lokomotiv MoscaKrasnodar e Rubin Kazan. Da registrare, infine, l’attenzione che il mondo dello sport e del calcio in particolare sta riservando all’emergenza per il “Coronavirus”.  In Cina ci sono già migliaia di casi accertati e centinaia di vittime, con la paura per una nuova terribile epidemia. Francesco Totti, anche in questo caso, dimostra la sua grande sensibilità mandando un messaggio di vicinanza: “Cari amici cinesi, so che è un periodo molto particolare. Mi raccomando, forza e non mollate. A presto!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy