Roma, manita da Champions: Viktoria Plzen abbattuto. Dzeko si risveglia con una tripletta

Roma, manita da Champions: Viktoria Plzen abbattuto. Dzeko si risveglia con una tripletta

Un’autentica passeggiata di salute per la squadra che ha trovato la terza vittoria consecutiva e tanta autostima. A cominciare dal bosniaco, di nuovo in gol dopo 44 giorni, e da un Pellegrini sempre più a suo agio da trequartista

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

Un’autentica passeggiata di salute per la Roma che ha trovato la terza vittoria di fila con il 5 a 0 al Plzen, e tanta autostima. A cominciare da Dzeko, di nuovo in gol quarantaquattro giorni dopo l’ultima volta, e di nuovo al top con la tripletta realizzata contro il Plzen come due anni fa. Di Francesco non ha cambiato modulo, rimanendo con il 4-2-3-1 che ha portato la conferma di Pellegrini, e la scoperta di Cristante mediano al fianco di Nzonzi. Nella Roma si respira un’aria nuova.

BENTORNATO EDIN – Due brividi nell’assolo giallorosso nel primo tempo. Due incursioni del Viktoria, poi solo Roma per 45 minuti. Il gol arrivato dopo tre minuti è stato solo l’antipasto di un menù ricco di reti, occasioni da gol e buon calcio giocato dagli uomini di Di Francesco.Il tecnico ha mantenuto il 4-2-3-1 anche con l’assenza di De Rossi e l’inserimento di Cristante. Under e Kluivert le ‘frecce’ ai lati di Dzeko, matador della partita. Perché il bosniaco in appena tre minuti ha ritrovato il gol che mancava da 44 giorni, dalla prima di campionato contro il Torino, poi ha raddoppiato a cinque minuti dallo scadere della prima frazione di gioco. Tra i due bottini tante occasioni da gol sprecate per l’ultimo passaggio frettoloso o fuori misura, poi la traversa colpita da Under e che ha continuato a tremare fino al duplice fischio di Raczkowski.

ARIA NUOVA – Sindromi influenzali per Manolas, e allora con Fazio ecco Juan Jesus: gara pulita da parte del brasiliano, sempre attento e vigile su Krmencik e sulle incursioni di Horava. Nessun insufficiente tra i giallorossi, segno che l’aria sta cambiando dentro il campo: le due vittorie consecutive in campionato e la festa nel derby hanno giovato agli uomini di Di Francesco, ma anche la condizione atletica è sembrata essere migliorata.

PELLEGRINI – I giallorossi avranno bisogno di entrare più in sintonia tra di loro (in campo quattro nuovi acquisti, due a centrocampo), e con il nuovo modulo che ha regalato il terzo successo di fila. Nel secondo tempo il canovaccio della partita non è cambiato, con la Roma che ha continuato ad attaccare. La terza rete è arrivata dopo neanche venti minuti dalla ripresa, con la bella imbucata di Pellegrini per Under che ha battuto Kozacik con un sinistro rasoterra. Bene il turco, sempre vivo nel gioco anche se a volte ha provato troppo la giocata solitaria, benissimo Pellegrini che sembrerebbe aver trovato il suo ruolo in questa Roma. La trequarti – Pastore permettendo – è sua: un gol e due assist nelle due partite giocate più avanti.

KLUIVERT E DZEKO– La festa giallorossa si è chiusa con la rete segnata da Kluivert (undicesimo giocatore ad andare in gol, il più giovane giallorosso a segnare nella moderna Champions) dopo il tiro di Under respinto dal portiere ceco, e dal terzo gol di Dzeko, esattamente come il Roma-Viktoria Plzen giocato due anni fa. Da registrare l’esordio in Champions League del giovane Luca Pellegrini, entrato bene in partita così come Zaniolo. Roma work in progress ma che piano piano si sta ritrovando, grazie anche al lavoro di Di Francesco che contro natura ha accantonato (momentaneamente) il 4-3-3 per amor dei suoi. Monchi ringrazia.

CRONACA LIVE (a cura di Marco Prestisimone)

TABELLINO

Roma-Viktoria Plzen 5-0
Marcatori
: 3′, 40′, 92′ Dzeko, 64′ Under, 74′ Kluivert

Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Fazio, Juan Jesus, Kolarov (74′ Lu. Pellegrini); Cristante, Nzonzi; Under (74′ Schick), Lo. Pellegrini (74′ Zaniolo), Kluivert; Dzeko.
A disposizione: Mirante, Marcano, Santon, El Shaarawy.
Allenatore: Di Francesco.

Viktoria Plzen (4-2-3-1): Kozakic; Reznik, Hubnik, Hejda, Limbersky; Prochazka, Hrosovsky; Zeman (71′ Ekpai), Horava (65′ Kolar), Kovarik; Krmencik (78′ Reznicek).
A disposizione: Hruska, Chory, Pernica, Havel
Allenatore: Vrba

Arbitro: Paweł Raczkowski
Assistenti: Michal Obukowicz e Tomasz Listkiewicz
Quarto uomo: Radosław Siejka
Assistenti arbitrali addizionali: Tomasz Musiał e Tomasz Kwiatkowski

NOTE Ammoniti: 51′ Hejda, 88′ Schick Spettatori: 41.243

CRONACA PREPARTITA

Ore 20.23 – La Roma entra in campo per il riscaldamento!

Ore 20.18 – In campo il Viktoria Plzen per il riscaldamento.

Ore 20.10 – In campo i portieri della Roma e del Viktoria Plzen.

Ore 19.40 – La Roma è arrivata allo stadio Olimpico.

Ore 18.50 – Allo stadio arrivano le Primavera delle due squadre

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy