Roma, la crisi tocca tutti: stipendi tagliati e dipendenti in cassa integrazione. Veretout: “Voglio vincere qui”

Roma, la crisi tocca tutti: stipendi tagliati e dipendenti in cassa integrazione. Veretout: “Voglio vincere qui”

Il francese: “Spero di restare in giallorosso più a lungo possibile”. Bonaventura obiettivo estivo, nel segno di Raiola. I tifosi dell’Everton sognano Under

di Valerio Salviani, @vale_salviani

A Bruxelles in queste ore si gioca la partita più importante. L’Eurogruppo cerca l’accordo per finanziare la crisi dei paesi dell’UE. Una crisi che sta toccando fortemente tutti i settori, compreso il calcio che spera di ripartire presto per mettere una pezza alle perdite. Nel frattempo le società come la Roma provano a dare respiro al bilancio. Nei prossimi giorni verrà annunciato il taglio degli stipendi dei calciatori e dello staff tecnico. Tutti i giocatori comprendono che spetta anche a loro fare un sacrificio, così in questi giorni si sono parlati e hanno comunicato al club che accetteranno di rinunciare all’80% di quanto gli sarebbe spettato a marzo e di spalmare su tutta la durata del contratto altre tre mensilità. Un passo importante verso la società, costretta a mettere in cassa integrazione già molti dipendenti fermi per il lockdown. Per il momento il provvedimento riguarda solo alcune aree della società, ma la situazione può ancora mutare.

“SOGNO UN TROFEO A ROMA” – In attesa di sapere se a maggio potranno riprendere gli allenamenti a Trigoria, Jordan Veretout e i suoi compagni continuano l’isolamento seguendo le direttive dei preparatori e del nutrizionista Rillo. “Mi manca tanto andare al campo di allenamento, parlare con i miei compagni, giocare a calcio – ha svelato il francese ai canali del club -. Spero che la situazione migliori al più presto perché allenarsi da soli non è facile”. Poi sul futuro svela: “Spero di restare più a lungo possibile a Roma perché mi piacerebbe vincere qualcosa con questa maglia. Sarebbe la cosa più bella”. Da un protagonista del presente romanista a uno del passato. Cicinho torna a parlare a Forzaroma.info: “La Roma di Spalletti mi piaceva di più di quella attuale. Poi, senza Totti e De Rossi non è più la stessa cosa”.

MERCATO – Il prossimo mercato dovrà essere ripensato totalmente. La liquidità sarà minore per tutti, i prezzi scenderanno e i parametri zero saranno innesti da valutare più attentamente rispetto al passato. Tra questi ultimi ci sarà Bonaventura, che ha annunciato al Milan che non rinnoverà il contratto. La Roma ci pensa da tempo e l’asse sviluppato negli ultimi tempi con il suo agente Mino Raiola può spingerlo verso la capitale. Il nome in uscita più forte è sempre quello di Under. Un nome che stuzzica la fantasia dei tifosi dell’Everton: “E’ un affare da chiudere subito”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy