Roma, Fonseca punta il Sassuolo: arbitra Chiffi. Pallotta cerca sponsor e Totti conquista la Russia

Roma, Fonseca punta il Sassuolo: arbitra Chiffi. Pallotta cerca sponsor e Totti conquista la Russia

Ashley Cole lancia Smalling: “E’ un buon centrale, saprà gestire le aspettative”. L’ex capitano giallorosso a Mosca per i ‘Football Heroes Awards’

di Gianluca Viscogliosi

Dopo l’aperitivo e l’antipasto, adesso il menù completo è pronto per essere servito. Accantonata la pausa delle nazionali, per Fonseca e la Roma arriverà il primo vero giorno di Serie A. Il Sassuolo sarà l’occasione per provare la maggior parte dei nuovi acquisti, quelle cartucce esplose da Petrachi nelle ultimissime convulse ore di mercato. Sul diesse romanista continua invece a imperversare l’ex fuoco amico granata, specialmente dopo l’ammissione dello stesso Petrachi di aver parlato con l’Inter per Dzeko già nel mese di maggio, quando era ancora sotto contratto con la società di Cairo. Quelle nervose settimane in cui il nome del bosniaco veniva costantemente inserito nel valzer di punte, insieme a Icardi e  a Higuain. Un passato da mettere in archivio, soprattutto perché il futuro del campionato sarà presto presente. E dopo la fierezza mostrata nella conferenza stampa di presentazione di Mkhitaryan, il diesse romanista ha voluto marcare stretto la squadra seguendo in prima persona l’allenamento a Trigoria.

OBIETTIVO NEROVERDE – Con Zappacosta out e Spinazzola disponibile ma partente dalla panchina, non ci saranno novità sugli esterni difensivi, mentre per Smalling potrebbe essere già pronta e stirata la maglia da titolare. Sarà probabilmente lui l’arma in più nella difesa romanista, una retroguardia da migliorare e da registrare secondo Wierchowod, in cui l’inglese da subito cercherà di fare la differenza. Parola, anche, di Ashley Cole. “Non sarà facile, i tifosi si aspettano molto. È un campionato difficile, una delle migliori leghe al mondo e si aspettano molto da lui. Lui è un buon centrale, abile nei contrasti ed è un buon acquisto per la Roma. Gli auguro buona fortuna”. Questo il commento dell’ex romanista sul connazionale, che insieme a Mkhitaryan e magari Veretout potrebbe esordire ufficialmente in giallorosso con il Sassuolo. E ci sarà un esordio anche in direzione gara: il match infatti sarà arbitrato da Chiffi di Padova, che per la prima volta incontrerà la Roma, con l’assistenza al Var dell’esperto Giacomelli. Intanto anche la squadra di De Zerbi continua la preparazione in vista della sfida dell’Olimpico, con il nuovo acquisto Chiriches che esorcizza il ritorno a Roma dopo l’operazione alla spalla di 4 mesi fa.

LO ZIO SAM E LO ZAR – In attesa di vederlo tornare nella Capitale dopo un lungo periodo di assenza, il presidente Pallotta continua le manovre per l’espansione del brand giallorosso, puntando questa volta proprio al quartier generale, al cuore pulsante romanista. Trigoria infatti potrebbe nel prossimo futuro addirittura cambiare nome, soprattutto se dovesse entrare un main sponsor e chiudere un accordo economico con la società. Niente più ‘Fulvio Bernardini’ quindi, una mossa simili a quella fatta dall’Inter con il Suning Center. Scelte dettate dal business e dal potenziamento del marchio, come quelle di Francesco Totti. L’ex capitano giallorosso è sbarcato infatti in Russia per partecipare al Football Heroes Award, un giro da globetrotter che lo porterà poi in Cina e successivamente in Argentina nella Boca di De Rossi. Solito bagno di folla e sessione infinita di autografi anche con i fan di Mosca. Un’accoglienza da Zar per il Re di Roma.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy