Roma, difesa scoperta col Milan: Mancini ha il Covid, il ginocchio blocca Smalling

Ciclo di tamponi per il gruppo squadra, che si prepara alla trasferta di lunedì. Totti invita amici e parenti al cinema per il docufilm. Offerta da 40 milioni per Vlahovic

di Valerio Salviani, @vale_salviani

La prima vittoria europea dell’era Friedkin non è bastata a regalare una mattinata tranquilla alla Roma. Il Covid-19 si abbatte ancora su Trigoria e colpisce un altro giocatore. Dopo Calafiori e Diawara, che sono attualmente fermi e in isolamento a casa, e i casi superati di Mirante, Kluivert, Carles Perez e Bruno Peres, è il turno di Gianluca Mancini. Il difensore (asintomatico), che non aveva preso parte alla trasferta a Berna per squalifica, ha annunciato la sua positività con un post social e sarà indisponibile per almeno 14 giorni, come da protocollo. “Ciao a tutti, sono risultato positivo al Covid. Fortunatamente mi sento bene e sto già facendo il conto alla rovescia per il rientro in campo” le sue parole. Una perdita importante, oltre all’obbligo per tutto il gruppo squadra di prolungare l’isolamento “in bolla”. Oggi nuovo ciclo di tamponi. L’attesa non fa dormire comodi.

Mancini out, Smalling quasi: col Milan è emergenza

Il rischio adesso è andare a giocare lo scontro diretto con il Milan con una difesa decisamente rimaneggiata. Chris Smalling non ha ancora fatto passi avanti e la lieve distorsione al ginocchio si sta rivelando un problema più grande del previsto. L’inglese anche oggi ha continuato con il lavoro differenziato e al momento resta in forte dubbio per la trasferta a San Siro. Il trio formato da Jesus, Fazio e Kumbulla ieri non ha convinto. Paulo Fonseca prova a studiare una soluzione diversa. Se verrà confermata la difesa a tre potrebbe rivedersi al centro Cristante. L’alternativa è tornare al 4-2-3-1, con Ibanez e Kumbulla in coppia. Qualche problema anche per il Milan, che non avrà certamente Rebic e Musacchio e che rischia di dover rinunciare anche a Calhanoglu.

Totti, festa privata per il docufilm. Rifiutata offerta per Vlahovic

Ieri Francesco Totti ha invitato amici e parenti al cinema per una proiezione del suo docufilm. L’ex capitano della Roma ha affittato una sala del The Space a piazza della Repubblica, per un evento esclusivo. All’uscita ha preferito evitare le telecamere, ancora scosso dopo aver detto recentemente addio a papà Enzo. Mercato: La Nazione svela un retroscena sull’offerta della Roma per Dusan Vlahovic. Secondo il quotidiano i giallorossi avrebbero messo sul piatto 40 milioni, incassando il “no” del presidente viola Commisso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy