Roma decimata, DiFra si aggrappa a Dzeko. Kluivert, momento d’oro: “Ma voglio di più”

Lavorano a parte Kolarov, De Rossi, Pastore e Under. Out Perotti. Stadio, Montuori: “Vogliamo portare a termine i lavori”

di Valerio Salviani, @vale_salviani

La formazione per Roma-Spal è già quasi delineata. Di Francesco sperava probabilmente in una situazione migliore al rientro dalla sosta, ma si ritrova a fare la conta dei presenti per il match di sabato. Kolarov, De Rossi e Pastore continuano a lavorare a parte, così come Under, tornato oggi. Perotti è fuori, e in attesa di conoscere i tempi dello stop per il problema al polpaccio. Nzonzi, Schick e Olsen, dopo gli impegni delle rispettive nazionali, si uniranno al gruppo solo domani, a distanza di 2 giorni dal match dell’Olimpico. Il tecnico dovrà quindi pensare bene a chi schierare, sapendo che dopo la sfida con la Spal arriveranno le due con il CSKA, il Napoli e la Fiorentina in trasferta e la Sampdoria. E il tempo degli errori è già finito.

SCIALUPPA – Nel mare in tempesta la Roma andrà ancora da Dzeko. Ad oggi, senza di lui i giallorossi sono un’altra squadra. E’ uno dei giocatori con più minuti in rosa, nonostante l’età (32 anni), ma non è ancora arrivato il momento di mettersi a sedere. I segnali arrivati dalla nazionale lasciano tranquillo Di Francesco. Ieri il bosniaco ha trascinato i suoi con una doppietta, e potevano essere 3 se non fosse intervenuto il guardalinee ad annullare un gol regolare. Rispettivamente i gol numero 317 e 318 (non 300 3 301 come si era pensato ieri). Numeri pazzeschi, che lo portano nella top 10 dei migliori centravanti delle nazionali europee. E su di lui le voci di mercato non si placano mai. Sarebbero 3 i club di Premier sulle sue tracce, Southampton, Cardiff e Crystal Palace.

MOMENTO D’OROKluivert continua a segnare dopo essersi sbloccato contro il Plzen, in Champions League. L’ex Ajax ha realizzato il gol del momentaneo 1-0 con l’Olanda under 21, che non è riuscita però a qualificarsi per gli Europei di categoria, nonostante la vittoria contro l’Ucraina. “In allenamento sto migliorando: sto diventando più forte e ne sono sempre più consapevole ha dichiarato il figlio di Patrik -. Capisco cosa i compagni vogliano da me e cosa vorrei io da loro. Dobbiamo lavorare e costruire il futuro su questo, ed è così che spero di giocare più minuti”. Sabato potrebbe partire titolare insieme a El Shaarawy, che ha ricordato su Instagram Roma-Chelsea: “Una delle partite più importanti della mia carriera”.

STADIO – Ancora segnali positivi per il progetto del nuovo stadio della Roma. Oggi ha parlato il sindaco Virginia Raggi: “Porterà 800 milioni di investimenti alla città”. A fargli eco l’assessore Montuori: “L’iter va avanti. Vogliamo portare a termine il lavoro iniziato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy