Roma-Cesena, il web bianconero: “Giallorossi, regalateci il sogno dell’Europa League”

La Coppa Italia come miraggio in una stagione complicata, per i tifosi romagnoli è ora di pensare in grande: “All’Olimpico possiamo farcela. E poi la salvezza”

di Mirko Porcari, @MirkoPorcari

Il paradosso, in un anno difficile, è tutto nel mercoledì di coppa. Il sogno contro la realtà, la sensazione di poter toccare il cielo che svanisce di fronte alle insidie del campionato cadetto: zona retrocessione e tanti dubbi, per novanta minuti è possibile dimenticare tutta la sofferenza del campionato per assaporare il gusto della grande impresa. “Spero che la Roma ci regali l’Europa League“.

Il web del Cesena si scuote dal torpore di un’assuefazione pericolosa, quella per le delusioni: “Io spero veramente di vincere all’Olimpico. Non lo dico per scherzo“. Quando di mezzo ci sono i sentimenti è giusto non scavare troppo a fondo per evitare di rimpiangere il presente: “Abbiamo 24 punti in classifica e pensi alla Roma?“.

Nell’estasi di un percorso che rischia di togliere concentrazione dagli impegni più importanti, sono in tanti a prendere per mano i più ottimisti, invitandoli ad un ragionamento pragmatico: “Bello stadio, grande sfida e nulla da perdere. Va bene tutto ma non perderei troppo tempo a sognare ad occhi aperti“. Nel cuore della settimana è sempre fondamentale pensare al campionato: “Dobbiamo pensare solamente al Carpi e ad una sfida che dirà molto della nostra stagione. In Coppa Italia va già bene così, i ragazzi guardassero alla salvezza prima di tutto“.

Un segnale che sembra essere stato raccolto dal tecnico Camplone, pronto per un turnover sostanzioso contro gli uomini di Spalletti: “Il mister deve cambiare, per forza. Già sono pochi i giocatori buoni, ci manca solo che si facciano male in una partita inutile“, le lacune di una rosa che piace davvero a pochi non sono state colmate da un mercato all’altezza, ne sono la riprova le considerazioni di gran parte della tifoseria. “Il colpo più importante di questa sessione è stato Donkor, una riserva che arriva da una delle poche squadre che forse è più scarsa di noi. Avrei preferito Marchizza, ma per lui sarebbe stato inutile arrivare qui in uno dei periodi più brutti di sempre“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy