Perotti difende DiFra: “Facile dare la colpa a lui”. Totti: “Spalletti ha spinto per il mio ritiro”

Perotti difende DiFra: “Facile dare la colpa a lui”. Totti: “Spalletti ha spinto per il mio ritiro”

I giallorossi attesi dall’importante match a Bologna: possibile chance per Kluivert e Marcano. L’ex capitano romanista: “Con Spalletti nel 2006 grande unione, poi non ho capito il suo comportamento”

di Francesco Iucca, @francescoiucca
Roma vs Juventus - Playoff Campionato Primavera TIM 2017/2018 nella foto Francesco Totti

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del proprio libro, Francesco Totti si racconta in un’intervista tra presente e passato, tra l’amore per la maglia e gli anni da ragazzo: “Le giornate sono quasi come quelle da calciatore, non mi annoio. Niente Asia o America? Avrei rovinato 25 anni di carriera. Ho sempre detto che avrei indossato un’unica maglia e sono uno di parola. Ho smesso di andare in Curva Sud a 14 anni dopo un Roma-Napoli, poi i capi ultras li ho conosciuti da giocatore”. La leggenda giallorossa tocca diversi argomenti, dal fallo su Balotelli al rapporto con Capello fino all’addio al calcio: Spalletti è quello che ha spinto di più, con la società erano una cosa sola”. L’attuale tecnico dell’Inter ha poi replicato in conferenza stampa: “Leggerò il libro quando uscirà e poi casomai farò due discorsi. Adesso non rispondo a nessuno”. Intanto arrivano anche alcune anticipazioni della biografia dell’ex numero 10 romanista, concentrate sull’infortunio subito contro l’Empoli a pochi mesi dal Mondiale del 2006. In queste righe Francesco Totti racconta invece il rapporto con il primo Spalletti, proprio nei giorni dell’operazione: “In tutte le 4 notti passate a Villa Stuart lui è venuto nella mia stanza e abbiamo parlato di Roma, di desideri di mercato e di calcio fino alle 3 del mattino. C’era grande unione, è stato straordinario in quel periodo, per questo ho compreso ancora meno il suo comportamento“.

VERSO BOLOGNA – Intanto i giallorossi quest’oggi sono tornati al lavoro per preparare la sfida di domenica contro i rossoblù al Dall’Ara. La seduta è iniziata in sala video per proseguire con l’attivazione muscolare, il torello e le esercitazioni tattiche. Per Di Francesco tutto il gruppo a disposizione. Contro la squadra di Filippo Inzaghi il tecnico della Roma cambierà di nuovo gli interpreti a centrocacampo: mai come quest’anno nella sua carriera Di Francesco aveva cambiato così tanto nelle prime partite in quella zona del campo. Oltre a Cristante e Pellegrini, a Bologna potrebbe avere una chance anche Justin Kluivert dopo la tribuna di Madrid. In lizza per una maglia dall’inizio anche Marcano.

LE VOCI DEI PROTAGONISTI – A due giorni dal match contro il Bologna ha parlato del momento giallorosso Diego Perotti, appena rientrato da un infortunio: “Ci aspettavamo di avere più punti e di fare un gioco migliore, ma abbiamo tempo per migliorare. Nel calcio la soluzione più facile è dare la colpa al mister e mandarlo via perché non si possono cacciare 25 calciatori. Non è giusto. Lo scorso anno siamo arrivati in semifinale di Champions con questo allenatore, il rapporto anche ora è sempre lo stesso”. Poi è toccato a Rick Karsdorp: “Ho bisogno di fiducia in me stesso e degli altri, posso fare molto per la Roma“. Su Kluivert:E’ uno che ha sempre il petto in fuori, un bravo ragazzo, è sicuro di sé e io lo ammiro“. Infine parola ad Antonio Mirante, grande ex del match di domenica, che è ripartito dal ko con il Real:Non abbiamo sfruttato le tante ripartenze, mentre loro ti puniscono. Potevamo fargli male, ma dobbiamo ancora acquisire fiducia e consapevolezza. Zaniolo? Il suo esordio è un segnale per tutti, poi lui ha una mentalità da adulto“.

LE ALTRE NEWS – Hector Herrera continua ad essere nei pensieri della Roma: il messicano del Porto è in scadenza di contratto e tra un anno potrà accasarsi a zero in un’altra squadra. Per evitare questa possibilità i portoghesi stanno provando in tutti i modi a far rinnovare il classe ’90, che dal canto suo chiede ben 3 milioni a stagione. Dopo la prima tre giorni europea primi movimenti anche nella classifica del ranking Uefa: la Roma si attesta al 13esimo posto (delle italiane meglio solo la Juve). Infine nuova promozione Sky: in occasione di Roma-Frosinone di mercoledì prossimo, gli abbonati da più di un anno potranno acquistare due biglietti in tribuna al prezzo di uno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy